Guide turistiche in protesta sotto Palazzo Santa Lucia. Schifone: «Dimenticate e massacrate da Franceschini e De Luca»

Le guide turistiche hanno protestato ancora una volta, questa mattina, sotto Palazzo Santa Lucia, sede della Giunta Regionale della Campania. Slogan, striscioni e bandiere per portare all’attenzione, della Regione e del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, le gravi difficoltà che sta affrontando il comparto a causa delle restizioni per le norme anti contagio da Coronavirus. Da Pompei alla Costiera Sorrentina, passando per il capoluogo partenopeo. Ovunque si è registrato il crollo delle presenze straniere e di conseguenza l’azzeramento dei guadagni degli operatori.

Pubblicità
Schifone contro liste De Luca
Luciano Schifone

«Le Guide Turistiche sono il più limpido segnale di un turismo culturale e di qualità. Eppure sia Franceschini che De Luca, che a chiacchiere si riempiono la bocca di Turismo, le hanno dimenticate ed addirittura messe in condizione di non potersi muovere nemmeno per quel poco di ripresa che pur si avverte» ha affermato Luciano Schifone ex assessore al Turismo della Regione Campania.

«Infatti sono state escluse dai bonus una tantum – spiega Schifone – perché si fa riferimento alle partite iva e il Presidente di Regione e il suo assessore dovrebbero sapere che gran parte delle Guide sono inserite cooperative o associazioni, dunque senza partita iva. Bastava quindi far riferimento all’elenco regionale delle Guide Abilitate per individuare gli aventi diritto».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Così come continuano ad essere penalizzate dalla assenza di chiare linee guide, per le quali addirittura i gruppi per visite guidate non devono superare le 10 unità, cosa che ovviamente scoraggia l’ingaggio o ne riduce fortemente il compenso. Comprensibile lo stato di agitazione e di ansia di lavoratori qualificati, che gia hanno perso l’avvio e rischiano di perdere l’intero reddito dell’intera stagione» sottolina.

«Come Fdi chiediamo l’mmediata erogazione del bonus sulla base dell’elenco regionale e l’allargamento a 30 unità dei gruppi turistici assistiti in visita guidata, visto che questo è il numero dei passeggeri consentiti sui bus turistici» conclude il dirigente nazionale di Fratelli d’Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

«Spaghetti alla zia per ucciderla e intascare l’eredità»

Arrestata la nipote 58enne Avrebbe provocato la morte di una prozia di 80 anni, Maria Basso, facendole ingerire degli spaghetti che la donna non avrebbe...

Processo ad Alessia Pifferi, la perizia: «È capace di intendere e volere»

La donna imputata per la morte della figlia Diana In vista dell’udienza del 4 marzo, che si preannuncia tesa, con tanto di sciopero fuori dall’aula...