Federproprietà Napoli

Caso Palamara, chiesto il processo disciplinare per dieci magistrati

Pubblicità
Luca Palamara
Il magistrato Luca Palamara

La procura generale della Corte di Cassazione ha concluso la prima fase dell’istruttoria disciplinare a carico dei magistrati coinvolti nel caso Palamara e ha chiesto il processo alla sezione disciplinare del Csm per 10 magistrati, relativamente all’incontro avvenuto in un albergo di Roma in cui si discuteva di nomine ai vertici delle principali procure italiane. Lo ha annunciato in conferenza stampa il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi.

Caso Palamara, chiesto il giudizio per 5 ex togati del Csm dimissionari

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il giudizio disciplinare è stato chiesto oltre che per Luca Palamara, per i 5 ex togati del Csm dimissionari lo scorso anno, Antonio Lepre, Luigi Spina, Corrado Cartoni, Gianluigi Morlini e Paolo Criscuoli, Cosimo Ferri, l’ex pm romano Stefano Fava, l’ex pm della Dna Cesare Sirignano più due magistrati segretari del Csm, per uno dei quali la richiesta di giudizio disciplinare era già stata avanzata. Per la posizione di Cosimo Ferri, magistrato in aspettativa e deputato di Iv, «abbiamo chiesto alla sezione disciplinare del Csm di chiedere l’autorizzazione a usare le conversazioni intercettate alla Camera», ha chiarito il pg della Cassazione, Giovanni Salvi, in conferenza stampa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Draghi e Cartabia vincono il primo round. Torna la prescrizione, ma nel M5S monta la rabbia

Alla fine il Consiglio dei ministri ha dato il via libera agli emendamenti del ministro della Giustizia Cartabia alla riforma della giustizia, che in...

L’allert della Dia: «Per le mafie possibile boom di guadagni a causa della paralisi economica»

La «paralisi economica» provocata dalla pandemia di coronavirus può aprire alle mafie «prospettive di arricchimento ed espansione paragonabili a ritmi di crescita che può...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook