Federproprietà Napoli

Coronavirus, Vienna annuncia l’apertura dei confini con la Germania ma frena sull’Italia. Ciriani (FdI): «Di Maio e Franceschini si attivino»

Pubblicità
Luca Ciriani
Il senatore Luca Ciriani di Fratelli d’Italia

Vienna frena sulla riapertura del confine con l’Italia. «In alcuni paesi, come l’Italia e la Spagna, sono ancora in vigore limitazioni agli spostamenti interni. Per questo motivo la riapertura dei confini per i viaggiatori potrà durare un po’ di più». Lo ha detto la ministra del turismo austriaco Elisabeth Koestinger.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Tutto dipenderà dai tassi d’infezione» da Coronavirus, ha aggiunto l’esponente del partito popolare in un’intervista alla radio Orf, prospettando invece la riapertura tempestiva dei confini verso la Repubblica Ceca, Slovacchia e Germania. Koestinger ha confermato che dal 15 maggio il traffico transfrontaliero verso la Germania sarà facilitato per motivi di lavoro e per visite di familiari, mentre dal 15 giugno «in caso di andamento positivo dei dati» del Coronavirus, i confini tra Austria e Germania dovrebbero definitivamente riaprire.

Dichiarazioni che ha scatenato polemiche in Italia. «Fratelli d’Italia per prima aveva denunciato il rischio che le località turistiche italiane potessero essere tagliate fuori in vista della prossima stagione turistica a vantaggio di altre mete europee. Le parole oggi del ministro del Turismo austriaco, che ha annunciato l’apertura dei confini con Germania e Svizzera mentre riguardo l’Italia ‘ci vorrà ancora un pò più di tempo’, ci fanno temere per il peggio». Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani.

«Con il rischio – prosegue Luca Ciriani -, inoltre, che tra i Paesi si giunga addirittura a realizzare una sorta di corridoio a prova di Coronavirus per garantire ai propri cittadini vacanze sicure. Ecco, l’Italia rischia di rimanerne esclusa. Per questo chiediamo che il ministro degli Esteri e quello dei Beni culturali e del Turismo si attivino immediatamente, affinchè il turismo italiano non subisca l’ennesimo durissimo colpo, consentendo alle nostre rinomate località turistiche di poter offrire i loro servizi ai cittadini stranieri in piena sicurezza».

Leggi anche:  Anarchici, telefonata annuncia nuove azioni: «A Bologna un grave attentato»
Pubblicità

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

«Prevenzione strumento di cura primario»

Al Castello Baronale di Acerra il convegno organizzato dal Rotary International Si è tenuto venerdì sera, 27 gennaio 2023 ore 19:00, presso il Castello Baronale,...

A Napoli è «guerra di sguardi»: tre ragazzini feriti durante la movida

È allarme violenza minorile «Una guerra di sguardi». Luigi Riello, procuratore generale della Repubblica di Napoli, aveva usato questa frase, l’altro giorno, per spiegare a...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook