Omicidio-suicidio ad Avellino: rapporti tesi tra padre e figlia

I corpi ritrovati all’esterno della casa. La madre era all’interno

I due corpi senza vita sono stati trovati sotto un pergolato all’esterno della casa di campagna sulla collina di Avellino. Costantino Mazza, 63 anni, secondo una prima ricostruzione degli investigatori, avrebbe impugnato la pistola legalmente detenuta e fatto fuoco contro la figlia Alessandra, 35 anni, uccidendola. Subito dopo ha rivolto l’arma contro di sé e si è tolto la vita. All’origine dell’omicidio-suicidio sarebbero i rapporti sempre più tesi tra padre e figlia.

Pubblicità

La giovane era in cura per una serie di gravi disturbi che le provocavano cambiamenti anche estremi dell’umore con la conseguenza di frequenti liti e dissapori in famiglia. La tragedia si è consumata nel primo pomeriggio di mercoledì nella zona residenziale di campagna di Bosco dei Preti, a ridosso della strada statale della variante che costeggiando il capoluogo irpino collega ai due caselli autostradali della Napoli-Canosa. Padre e figlia erano all’esterno dell’abitazione mentre la madre si trovava in casa.

Cosa abbia scatenato la decisione dell’uomo lo dovranno stabilire gli investigatori che hanno avviato tutti gli accertamenti del caso. Mazza, molto conosciuto ad Avellino per la sua attività di idraulico, era stato dimesso qualche giorno fa dall’ospedale dove era stato operato di appendicectomia. Una tragedia che ha sconvolto l’intera città: la notizia si è diffusa, tra l’incredulità generale, in pochissimo tempo.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Sul luogo della tragedia si sono riversati familiari e amici. Le indagini sono coordinate dal Pm del Tribunale di Avellino, Luigi Iglio, giunto sul posto insieme al vice questore Gianluca Aurilia, capo della Squadra Mobile. Disposti i primi esami esterni sui corpi delle vittime affidati dal magistrato al medico legale, Carmen Sementa.

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, il Pd: «Sfregio a Siani, sottocultura della legalità è ancora forte»

Il circolo territoriale: «Solidarietà a Paolo Siani e alla famiglia» «Apprendiamo con grande stupore, quello che si è verificato, in un cinema del Vomero, dove...

Corruzione e appalti, l’ex sindaco Gianluca Festa ai domiciliari

L'inchiesta ad Avellino: arrestati altri 2 indagati Arrestato e messo ai domiciliari il sindaco dimissionario Gianluca Festa, ex Pd e poi sostenuto da liste civiche....