Campi Flegrei, vertice a Roma. Musumeci: stiamo rispettando i tempi stabiliti

Si è proceduto anche alla ripartizione delle risorse finanziarie ai comuni di Napoli, Pozzuoli e Bacoli

Si è appena concluso a Roma un vertice sui Campi Flegrei, presieduto dal ministro per la Protezione civile Nello Musumeci. Nell’incontro, al quale hanno preso parte anche il capo dipartimento nazionale Fabrizio Curcio e l’assessore per la Protezione civile della Regione Campania Mario Morcone, si è proceduto all’analisi delle attività previste dal decreto legge n. 140 del 12 ottobre scorso sulle misure urgenti di prevenzione del rischio sismico connesso al fenomeno bradisismico in atto in quell’area.

Pubblicità

In particolare, è stato esaminato il «Piano di comunicazione alla popolazione», che rientra tra le misure previste dal provvedimento del governo nazionale ed affidato al coordinamento della Regione Campania, in raccordo con il dipartimento nazionale della Protezione civile ed in collaborazione con i centri di competenza della comunità scientifica. Il Piano, condiviso con i sindaci dei Comuni ricadenti nell’area della crisi bradisismica e vulcanica, diventerà operativo subito dopo la sua presentazione.

Si lavora intanto alla verifica della vulnerabilità degli edifici pubblici e privati dell’area rossa del bradisismo, il cui lavoro dovrà essere completato entro il 10 gennaio prossimo. «Sono soddisfatto – ha dichiarato il ministro Musumeci – del rispetto dei tempi con cui stanno lavorando le istituzioni nella realizzazione degli obiettivi previsti dal nostro decreto legge».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Si è anche proceduto alla ripartizione delle risorse finanziarie ai Comuni di Napoli, Pozzuoli e Bacoli per coprire il fabbisogno delle loro strutture di protezione civile. Agli iniziali quattro milioni abbiamo dato disponibilità per le altre risorse necessarie al biennio. Quando le istituzioni pubbliche collaborano – ed il nostro dipartimento lo ha sempre fatto – i risultati arrivano. Ho previsto – ha aggiunto Musumeci – un’altra riunione di verifica per la prima metà di dicembre».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Finti controlli e fiumi di cocaina: arrestati due funzionari infedeli dello Stato

Sequestrate ben 2,7 tonnellate di droga Un fiume di cocaina transita dal porto di Gioia Tauro. Una circostanza ormai acclarata da decine di operazioni e...

Dalla Camera via libera definitivo alla Commissione d’inchiesta per il Covid

Scontro politico tra maggioranza e opposizione Caos alla Camera sulla Commissione d’inchiesta per il Covid. Con tanto di seduta sospesa. Durante l’esame degli ordini del...