Caivano, politica e camorra: un consigliere comunale aggredito con un pugno

Il volto tumefatto non passò inosservato a una seduta del Consiglio comunale

Figura anche un’aggressione in strada, subìta da un consigliere comunale che inizialmente ha preferito non denunciare le violenze, dalle indagini sulla presunta saldatura tra politica e camorra finalizzata a condizionare gli appalti pubblici a Caivano, in provincia di Napoli. Due giorni fa (il 10 ottobre scorso) i carabinieri hanno notificato un fermo della DDA a 9 indagati – tra esponenti di un gruppo camorristico locale, ex amministratori pubblici e funzionari comunali – che ieri sono stati tutti convalidati dal gip di Napoli Nord Raffaele Coppola.

Pubblicità

Riguardo l’aggressione subita dal consigliere comunale di maggioranza, la sua presenza, con il volto tumefatto non passò inosservata a una seduta del Consiglio comunale risalente al settembre 2021. Invero una pattuglia dei militari, quel giorno, durante un giro di perlustrazione in città, riconobbe il politico discutere animatamente con delle persone poi identificate, anche grazie alle intercettazioni ambientali, in due presunti affiliati alla camorra locale.

Sia il politico, sia la moglie, come anche un loro vicino di casa, convocati in Caserma come persone informate dei fatti si sono mostrati reticenti davanti alle domande dei carabinieri. La vittima infatti si è poi rifiutata di presentare una denuncia e molte circostanze relative alla vicenda – che aveva tutti i connotati di una tentata estorsione – sono state acquisite dagli investigatori soprattutto grazie alle intercettazioni.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Siccome il politico era impegnato nella ristrutturazione di un’abitazione con il Bonus 110% non si esclude che coloro che gli sferrarono un violentissimo pugno in pieno viso volessero chiedergli il «pizzo» ma gli inquirenti non escludono che dietro quell’aggressione ci possa essere anche il tentativo di ottenere dal consigliere comunale (poi diventato assessore) utilità collegate alla carica che ricopriva in seno all’amministrazione comunale.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Mancata riscossione dei tributi locali: 8 ex amministratori indagati nel Casertano

La Corte dei Conti avrebbe accertato un danno erariale di circa 700.000 euro Un danno erariale di circa 700.000 euro derivante dalla mancata riscossione dei...

Bimbo ammazzato dai cani: la madre e altri 4 iscritti nel registro degli indagati

Eseguita l'autopsia, Francesco Pio sarà seppellito a Salerno Figura anche la madre tra le cinque persone iscritte nel registro degli indagati per la morte del...