Da centro sportivo a ricettacolo di rifiuti e ritrovo di tossicodipendenti: sequestrato il Delphinia di Caivano

Qualche giorno fa trovato il corpo di un uomo senza vita

Da centro sportivo si era trasformato in luogo frequentato da tossicodipendenti. È scattato il sequestro per il ‘Delphinia’ di Caivano, lì dove solo pochi giorni fa è stato trovato il corpo di un uomo senza vita. Il provvedimento, eseguito dai carabinieri di Caivano, è arrivato nell’ambito di una inchiesta diretta dalla procura di Napoli Nord.

Pubblicità

Nel centro sportivo ormai in disuso, è stato accertato lo smaltimento e l’abbandono di rifiuti, anche speciali e pericolosi, come siringhe usate, pneumatici, carcasse di veicoli bruciate. La struttura è stata anche oggetto di depredazioni e di atti vandalici. Da qui, per l’esistenza di gravi rischi per la salute e l’incolumità pubblica legate alla presenza di rifiuti sanitari e al rischio infettivo, è stato disposto il sequestro in via d’urgenza.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Hacker, droni e sommergibili: le mafie sempre più agguerrite

Creano banche online per riciclare denaro Utilizzano droni e sommergibili radiocomandati per trafficare in droga e armi, assoldano i migliori hacker del mondo, agiscono con...

Ercolano, Sangiuliano alla riapertura dell’antica spiaggia cittadina

Di nuovo fruibile in seguito a un progetto di recupero attuato dal Parco archeologico Domani, mercoledì 19 giugno 2024 (ore 11), il Ministro della Cultura,...