Estensione Zes a Sud, Nappi (Lega): “Regione Campania faccia la sua parte”

“Anche nella prospettiva di estensione delle Zes nell’intero Mezzogiorno, la Regione Campania è chiamata a fare la sua parte, a cominciare dall’introduzione dei meccanismi di premialità per le imprese che facciano rete e sistema all’interno delle Zone economiche speciali. Un percorso che, oltre agli interventi messi in campo dal Governo centrale, si deve compiere investendo su strumenti che favoriscano e puntino alla gestione comune dei servizi, al potenziamento della logistica, alla formazione costante e reale, alla crescita del tessuto produttivo. Sul piano regionale questa azione si deve tradurre soprattutto nel sostegno da garantire alle piccole e medie imprese, autentica ricchezza per i nostri territori, che vanno aiutate a crescere. Il cambio di passo che ci aspettiamo dalla Regione – ancora colpevolmente in ritardo su questo versante – è proprio quello di valorizzare queste realtà attraverso un’azione sistemica nell’attribuzione dei fondi, che vanno indirizzati non a pioggia, ma con logica, buonsenso, progettualità e visione prospettica. Fin d’ora, da parte nostra, ribadiamo la massima disponibilità al confronto e mettiamo a disposizione professionalità, competenze e idee, perché quella delle Zes è un partita che non ha colore politico e che si deve giocare con un unico obiettivo: la crescita del Sud e dell’intero Paese”.
Lo ha dichiarato il capogruppo regionale della Lega, Severino Nappi, in occasione della conferenza promossa e organizzata dalla Confimi e svoltasi nella sala Caduti di Nassiriya del Consiglio Regionale della Campania.

Setaro

Altri servizi

Gruppo della Stadera: svelato il codice dello spaccio

La parola «Cosimino» indicava la cocaina, «Maria» la marijuana Nell’inchiesta che ha colpito il gruppo ribelle della Stadera, scissionista del clan Contini non sono inseriti...

Abbandona la madre invalida e non autosufficiente per andare in ferie: 84enne morta

Deceduta di stenti dopo alcuni giorni passati da sola in casa Ha abbandonato l’anziana madre, invalida e non autosufficiente, per andare in vacanza in Abruzzo...