Insegue in Maserati la ex e le spara: tre feriti nell’Avellinese

L’uomo è stato arrestato dopo un tallonamento

Sarebbe riconducibile al fatto che la sua ex lo aveva lasciato la sparatoria nella quale nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle 14, è rimasta ferita una donna di 48 anni di Sperone, in provincia di Avellino, raggiunta da due colpi di pistola al braccio sinistro mentre a bordo della sua auto percorreva la Statale 7 bis tra Sperone e Avella.

Pubblicità

E’ stata trasferita in codice rosso dal 118 all’ospedale «Moscati» di Avellino: secondo i medici non è in pericolo di vita. Il suo feritore, un 41enne anch’egli residente a Sperone, a bordo di una Maserati ha affiancato l’auto della ex ed ha esploso numerosi colpi di pistola all’indirizzo della donna.

La vittima, benché ferita, è riuscita a raggiungere il centro abitato di Avella, a pochi chilometri di distanza, dove ha fermato l’auto in via Santa Croce ed è stata soccorsa. Nel corso della sparatoria è rimasto ferito anche un passante, ricoverato in ospedale a Nola (Napoli). Le sue condizioni non sarebbero gravi, come del resto quelle della donna, ricoverata comunque in codice rosso.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il 41enne è tornato a casa e si è barricato all’interno dell’abitazione per tentare poi la fuga a piedi. Inseguito dai carabinieri, è stato raggiunto da un colpo di arma da fuoco ai glutei e trasferito in ospedale al «Moscati» di Avellino, lo stesso ospedale dove è stata ricoverata la donna. Secondo quanto si apprende, l’uomo, uscito alcuni giorni fa dal carcere, avrebbe voluto vendicarsi dopo che la ex compagna aveva deciso di interrompere la relazione. Ora è piantonato in ospedale dai carabinieri.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Vaccini Covid, la Corte Ue contro von der Leyen e Commissione: poca trasparenza

L’esecutivo europeo non ha concesso al pubblico «un accesso sufficientemente ampio ai contratti» Contratti, vaccini e trasparenza: la Commissione a guida Ursula von der Leyen...

Forse stavolta davvero ci siamo, l’area Bagnoli-Coroglio tornerà a splendere

A ben 32 anni dalla dismissione del vecchio stabilimento siderurgico A Napoli ieri la premier Giorgia Meloni e il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi hanno...