Giulia Tramontano, analisi su detersivi e sacchetti di plastica usati da Impagnatiello

Accertamenti per individuare le impronte

Accertamenti irripetibili per individuare le impronte su una serie di confezioni di detersivi, come ammoniaca, candeggina e sapone liquido di Marsiglia, su una confezione di guanti in lattice e su alcuni rotoli di sacchetti di plastica, repertati durante il sopralluogo nell’abitazione di Senago, nel Milanese, dove Alessandro Impagnatiello, la sera del 27 maggio scorso, ha ucciso a coltellate Giulia Tramontano, la sua fidanzata al settimo mese di gravidanza.

Pubblicità

Le analisi nel laboratori della sezione ‘Investigazioni scientifiche’ dei Carabinieri di Milano e riguardano tutto quanto usato dal barista per pulire l’appartamento e sbarazzarsi del cadavere della giovane donna – al vaglio ci sono anche lembi di cellophane con cui avrebbe avvolto il corpo -, e servono anche per verificare se sia stato aiutato da qualcuno. Ipotesi, questa, su cui al momento non ci sono elementi concreti.

Inoltre, come è stato riferito da fonti qualificate, dalle indagini non sono finora emerse evidenze circa possibili maltrattamenti fisici dell’uomo nei confronti di Giulia. La famiglia della giovane, rappresentata dall’avvocato Giovanni Cacciapuoti, non ha nominato un consulente affidandosi alla competenza tecnica degli investigatori.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Ucciso a colpi di fucile: 60enne deceduto sui Monti Lattari

È stato accompagnato in ospedale dal figlio Ucciso dai proiettili di un fucile. Così sarebbe morto, Ciro Gargiulo, un pregiudicato di 60 anni, accompagnato dal...

Cuginette stuprate, il Tribunale del Riesame lascia ai domiciliari il 19enne

La Procura aveva chiesto il suo ritorno in cella Il Tribunale del Riesame di Napoli (ottava sezione, collegio A, presidente Alessandra Consiglio) ha confermato gli...