Spari contro il bar a Sant’Anastasia: la bimba è fuori pericolo

La piccola ha subito due interventi chirurgici

La bimba di 10 anni che è stata ferita insieme ai suoi genitori in una violenta sparatoria avvenuta fuori da un bar-gelateria nel comune di Sant’Anastasia, è fuori pericolo, dopo aver subito due interventi chirurgici presso l’ospedale pediatrico Santobono. I medici mantengono ancora riservata la prognosi, ma confermano che la situazione è in migliorameto. Anche i genitori, fortunatamente, hanno riportato solo ferite lievi.

Pubblicità

I responsabili, due giovani di 19 e 17 anni, sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio. L’attacco a colpi di arma da fuoco avvenuto nel bar-gelateria, dove si stava svolgendo una festa con una decina di bambini presenti, avrebbe potuto avere conseguenze ancora più gravi. Fortunatamente, nessun altro è rimasto ferito, sebbene tutti i presenti siano rimasti scioccati dall’accaduto.

Il sindaco di Pollena Trocchia

Il padre della bambina è descritto come «molto provato» dal sindaco di Pollena Trocchia, Carlo Esposito, che ha avuto modo di contattarlo personalmente. Esposito ha espresso la preoccupazione della comunità finché non saranno trascorse le 72 ore di osservazione previste per stabilire definitivamente che la piccola è al sicuro. Il sindaco ha sottolineato l’importanza di stringersi attorno alla famiglia e ha manifestato soddisfazione per l’arresto dei due giovani responsabili del tentato omicidio. Tuttavia, ha anche evidenziato l’importanza che la giustizia consideri non solo le accuse, ma anche il pericolo sociale rappresentato da questi individui.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il sindaco di Sant’Anastasia

Il sindaco di Sant’Anastasia, Carmine Esposito, ha riferito di aver discusso del problema della devianza giovanile con il Prefetto di Napoli e ha sottolineato la necessità di unire le forze tra associazioni, genitori e forze dell’ordine per affrontare e contenere tali problematiche. Ha precisato che i due sospetti arrestati non sono residenti a Sant’Anastasia e sono già noti alle autorità.

Esposito ha elogiato il rapido e preciso lavoro dei carabinieri nel loro immediato riconoscimento, grazie al sistema di videosorveglianza del comune. Il sindaco ha anche rivelato di aver contattato personalmente il padre della bambina ferita per esprimergli la piena solidarietà della comunità e l’offerta di supporto da parte dell’amministrazione. Ha concluso affermando di sperare di poter incontrare la famiglia non appena la piccola si riprenderà.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Caso Cecchettin, i messaggi di Turetta a Giulia: «Ci laureiamo insieme o vita è finita per entrambi»

Un testo chiarissimo che, secondo gli investigatori, conferma la sua «ossessiva pretesa» Era l’inizio di febbraio del 2023, esattamente nove mesi prima che Giulia Cecchettin...

Perde l’equilibrio e precipita da 4 metri: 62enne ricoverata nel Napoletano

È caduta dal balcone di casa È caduta dal balcone di casa, da un'altezza di circa 4 metri, mentre era impegnata in lavori domestici. È...