Scontri Napoli-Eintracht: tornano in Germania i tre ultras tedeschi arrestati

Dovranno tornare per il processo che li vedrà imputati

Tornano in Germania i tre ultrà tedeschi arrestati a Napoli dalla Digos per gli scontri tra tifosi avvenuti in occasione della gara di Champions League tra gli azzurri di Spalletti e l’Eintracht Frankfurt disputata lo scorso 15 marzo allo stadio Diego Armando Maradona. Il Tribunale del Riesame ha infatti attenuato la misura cautelare dell’arresto in carcere con quella meno afflittiva del divieto di dimora in Campania. Le sentenze – giunte nella serata di ieri – sono state emesse dai giudici dell’ottava e dodicesima sezione.

Pubblicità

A tutti viene contestato i reati di violenza e resistenza aggravati nei confronti di pubblico ufficiale e il lancio di oggetti atti a offendere. A due dei tre è stata contestata anche la devastazione in relazione ai tafferugli di piazza del Gesù. L’avvocato dei tre ultrà tedeschi Giovanni Adami al Riesame aveva chiesto in prima istanza la liberazione e in seconda gli arresti domiciliari in Germania o in Italia. Nessuno dei tre imputati ha reso dichiarazioni aggiuntive rispetto all’udienza di convalida.

I tre sono ora attesi in Italia per il processo che li vedrà imputati per resistenza e devastazione: i giudici del tribunale della Libertà si sono allineati alle procedenti ordinanze che hanno disposto la scarcerazione di quattro ultrà azzurri, difesi dell’avvocato Emilio Coppola. Per un quinto tifoso invece è sopraggiunta la condanna al termine di un processo per direttissima.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Truffe agli anziani: tra gli arrestati il figlio di Ugo De Lucia

Lavorava in una «centrale telefonica» a Secondigliano, il padre sconta l’ergastolo per l’omicidio di Gelsomina Verde Per Lucio De Lucia detto «Sasi» il giudice ha...

Far west in strada a Roma: 81enne uccisa per sbaglio da un proiettile vagante

La polizia ha fermato un 28enne Non ce l’ha fatta Caterina Ciurleo, l’anziana colpita giovedì pomeriggio da un proiettile mentre era in macchina con un’amica...