Federproprietà Napoli

Turismo, FdI: «De Luca marginalizza il settore, inaccettabile»

Pubblicità

Aziende turistiche escluse da quelle che beneficeranno di aiuti

«È inaccettabile la politica di marginalizzazione nei confronti di un comparto nevralgico come il turismo, messa in atto dal presidente della Regione Campania De Luca. Escludere le aziende turistiche tra quelle che beneficeranno di aiuti pari a 58 milioni di euro, previsti dal bando regionale sul ‘caro bollette’, è uno schiaffo ingiustificabile verso un comparto che traina la crescita del Pil nazionale, come stabilito dall’Istat».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo dichiarano il deputato e responsabile nazionale Turismo di Fratelli d’Italia, Gianluca Caramanna, il senatore e coordinatore FDI Campania, Antonio Iannone, e il dirigente del dipartimento Turismo FDI, Luca Ferrari.

«Anche l’economia della Campania, secondo i dati di Bankitalia, cresce grazie al mondo produttivo turistico: nei primi sei mesi dell’anno, infatti, l’incremento registrato è pari al 5,5%. Alla luce di questi dati – affermano – appare illogico il modo di procedere del presidente della Regione. Un atteggiamento sordo alle richieste di aiuto degli operatori del comparto alberghiero della Penisola Sorrentina, con molte strutture che saranno inevitabilmente costrette a chiudere nel periodo invernale. Ecco come De Luca sostiene e ringrazia un settore pilastro dell’economia campana», concludono

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Calcio violento, scontri Spezia-Napoli: arrestati 4 ultras liguri

Hanno un'età compresa tra 26 e 43 anni La Digos della Questura di La Spezia ha arrestato in flagranza differita quattro ultras liguri dopo gli...

Femminicidio. Rauti (FdI): «Ministro Bonetti intervenga su rifinanziamento piano nazionale antiviolenza»

«L’ennesimo atroce delitto contro una donna da parte di un partner ripropone con drammaticità l'emergenza femminicidio e attesta che bisogna fare di più. Ad...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook