Parcheggi sotterranei a Napoli, Muscarà contro Cosenza: «Scavi inutili e dannosi»

La consigliera all’assessore: «Progetti vecchi, più mezzi pubblici»

La consigliera regionale Maria Muscarà attacca l’assessore Cosenza sugli scavi per i parcheggi sotterranei. «L’assessore Cosenza – dice la consigliera del Gruppo Misto – ci riprova con la sua mania di “bucare” la città attraverso scavi che durano anni, stavolta per fare parcheggi sotterranei già disegnati in epoca Iervolino. Non possiamo dimenticare il parcheggio di Piazza Leonardo voluto da de Magistris; nel 2013 il sindaco diede il permesso di costruire il parcheggio, erano contrari finanche i geologi che affermarono la pericolosità di scavare perché c’era un antico impluvio, ovviamente poi i lavori furono sospesi e non sono stati più ripresi».

Pubblicità

«Ora Cosenza – aggiunge la Muscarà – si aggancia a progetti vecchi e superati, e dopo le proteste di cittadini ed associazioni, l’assessore adesso vuole comunque riproporre il progetto del parcheggio di piazza Vittoria, che sarebbe a disposizione delle pizzerie, ed il parcheggio di piazza degli Artisti».

«Mi farebbe piacere ricordare a questi signori – prosegue – che i parcheggi all’interno delle città sono degli attrattori di traffico automobilistico, invece una città sostenibile con infrastrutture e mezzi pubblici funzionanti, non vedrebbe automobili nella città come molte metropoli civili d’Europa e non solo. Il parcheggio di Piazza degli Artisti (al centro del Vomero) fu bloccato già decenni fa. Oggi peggio di ieri è impossibile oltre che inutile e dannoso tornare su tale progetto. Speriamo che questa nuova amministrazione possa fermare questi progetti vecchi di decenni».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

«Banda della Magliana»: il gruppo WhatsApp con i proventi delle truffe

Lì venivano pubblicate le immagini di gioielli e contanti In un gruppo WhatsApp il monitoraggio dei proventi delle truffe. Lo hanno scoperto gli inquirenti dopo...

Traffico illecito di rifiuti dalla Campania: 9 arresti e sequestri di società

Indagate 41 persone. Sotto sequestro 2 milioni e mezzo di euro Nove arresti domiciliari, con un sequestro preventivo di quattro società, il sequestro preventivo del...