Federproprietà Napoli

Covid, De Luca: “Posti letto Campania quasi tutti occupati”

Pubblicità

Cardarelli (Napoli), Ruggi (Salerno) e ospedale di Nola pieni

”I posti letto riservati a pazienti covid sono già  in larga misura occupati e questo vuol dire che dobbiamo ridefinire il piano covid per la nostra sanità ”. Lo annuncia il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso della diretta facebook rendendo noto che in queste ore si terrà  una riunione con i direttori generali per definire un piano A, un piano B e piano C ”in base alla gravità  e alla diffusione del contagio”.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Al Cardarelli di Napoli, al Ruggi di Salerno e all’ospedale di Nola vi è gà il 100 per cento di occupazione posti letto covid, l’88% al Cotugno, il 94% alla Federico II, 100% all’ospedale di Caserta.

“Questo piano – ha aggiunto De Luca – deve essere definito nelle prossime ore, dobbiamo essere pronti per ogni evenienza per dare serenità  ai cittadini: non possiamo approvare le misure a settembre, dobbiamo essere pronti da oggi”.

Secondo i numeri riferiti, negli ospedali della Campania attualmente sono 770 i posti letto riservati a pazienti covid e 76 i posti di terapia intensiva per malati covid, le percentuali di occupazione sono del 60 per cento per i ricoveri ospedalieri e del 40 per le terapie intensive. Ma in alcune realtà  si è già  raggiunto o ci si avvicina al 100% di occupazione dei posti letto.

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Dj morto dopo barbecue, legale: istanza esumazione a pm in ferie

Pisani: "Giustizia non va in vacanza". Padre annuncia manifestazione "Non si può assolutamente assegnare un fascicolo così delicato con una richiesta di esumazione ad un...

Covid-19, le regioni del Sud vaccinano di più: in Puglia somministrate il 99,3% delle dosi. Campania terza con il 97,2%

La corsa alla vaccinazione in Italia va a rilento. Vuoi per la mancanza di un vero piano o per la carenza di dosi, al...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook