Lo scontro tra Conte e Di Maio: «Cacciarlo dal M5S? Si sta cacciando da solo»

Il leader grillino replica alle parole del ministro Luigi Di Maio

Luigi Di Maio «non lo cacciamo via, in realtà Di Maio si sta cacciando da solo». Lo spiega il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, in un colloquio con La Stampa parlando delle tensioni con Luigi Di Maio che ha criticato i risultati delle elezioni amministrative. Sulla possibilità di lasciare il governo dopo il risultato elettorale Conte spiega, «è vero, tutti mi chiedono di farlo, ma io non sono uno che gioca partite doppie. E vi sembro poi un antiatlantista e antieuropeista? Non lo sono affatto e non lo sono mai stato».

Pubblicità

Anche se ammette che «il problema vero, con Draghi, è che manca una dialettica politica. Noi abbiamo un gigantesco problema di politica economica, ma che cosa vuole fare il governo, qualcuno lo ha capito? Io no, perché Draghi non lo spiega – prosegue -. Io non ce l’ho con Draghi, ma lui deve ascoltarci e trovare luoghi nei quali questa dialettica politica si deve sviluppare, perché altrimenti, così, non possiamo andare avanti».

L’ex premier ha parlato dello scontro con Di Maio anche nel suo intervento a La Repubblica delle idee, in un’intervista ripresa sul quotidiano. «Un aspetto che trovo molto offensivo nelle parole di Di Maio è quando dice che imitiamo Matteo Salvini ed evoca il Papeete. È un’offesa al M5s e alla sua stessa comunità», conclude.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Europee, Sangiuliano: «Vogliamo Ue efficiente e vicina ai cittadini»

Il ministro: «Auspico che vadano a votare quante più persone possibile» «Noi lavoriamo anche per cambiare l’Europa perché noi crediamo nell’Europa». Lo ha detto il...

Ancora morti bianche: 22enne travolto da una lastra nel Salernitano

Il giovane purtroppo è morto sul colpo Non si ferma, in Italia, la tragedia dei morti e degli incidenti sul lavoro. Un operaio di 22...