Federproprietà Napoli

Camorra, appalti al clan dei Casalesi: eseguite 35 misure cautelari

Pubblicità

Sequestrati di beni per 50 milioni di euro

Ha preso di mira gli interessi della fazione del clan dei Casalesi capeggiata dal boss Francesco Schiavone in settori economici di grande rilievo, come gli appalti per i servizi della rete ferroviaria e la pavimentazione stradale, l’indagine coordinata dalla Procura di Napoli (pm Ardituro e Arlomede) che oggi ha portato all’esecuzione da parte dei carabinieri di Caserta, della DIA di Napoli e del NIC del DAP, di 35 misure cautelari (17 in carcere, 17 ai domiciliari e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) e di un sequestro di beni per 50 milioni di euro.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I reati contestati, a vario titolo, agli indagati, sono estorsione, intestazione fittizia di beni, turbativa d’asta, corruzione, riciclaggio aggravati in quanto commessi agevolando un’organizzazione mafiosa.

Tra gli indagati figurano anche un avvocato e il responsabile di un’agenzia bancaria. Ad entrambi gli inquirenti contestano di avere rivelato a una delle persone indagate, l’esistenza dell’attività investigativa. Le indagini patrimoniali della DIA, scrive in una nota il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, hanno consentito di fare luce sui «complessi meccanismi di riciclaggio e di illecita interposizione negoziale, come tali considerati al fine del sequestro preventivo di quote sociali e immobili». Le misure cautelari – emesse sulla base di due diversi procedimenti – sono state emesse dal Gip di Napoli, su richiesta della DDA e notificate a Napoli, Caserta, Roma, Bari e Lecco.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

RdC. Iannone (FdI): «Altri furbetti, risorse vadano a famiglie e imprese in difficoltà»

Il senatore: «Così come strutturato questa misura non funziona sia sul piano delle politiche attive del lavoro e sia su quello dell'assistenza» «Dopo i recenti...

Covid. Iannone (FdI): «Governo pensi subito alle discoteche. Differimento tasse è ridicolo»

Il senatore: «Cosa dovrebbero pagare se non hanno lavorato?» «Le imprese legate al mondo del divertimento sono state le più devastate dalla pandemia e le...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook