Droga, latitante napoletano arrestato in Spagna: tradito dai social

Undicesimo fuggiasco catturato nel giro di otto mesi

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli, con la collaborazione del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, dell’Enfast (Rete Europea delle Unità Ricerche Attive Latitanti) e  sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno arrestato il napoletano Vincenzo Cinquegrana, 57 anni, inserito dal 2013 nell’elenco dei latitanti pericolosi (ex lista dei 100). Si tratta del terzo latitante pericoloso inserito nella “ex lista dei 100” catturato dai Carabinieri,  l’undicesimo da agosto 2021 ad oggi.

Pubblicità

E’ stato individuato e fermato in Spagna, sulla base delle informazioni acquisite dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli che hanno determinato l’attivazione dell’unità pagnola attraverso il servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia.

I militari, grazie ad un meticoloso monitoraggio del web, hanno individuato dei profili social riferibili al latitante che hanno consentito di ricostruire e documentare la sua rete relazionale e le sue abitudini. Grazie al continuo scambio informativo con la polizia spagnola, i carabinieri e l’unità Enfast hanno così scovato il luogo dove Cinquegrana viveva ormai da tempo e bussato alla sua porta: L’Hospitalet de Llobregat, una cittadina a pochi chilometri da Barcellona dove vive la compagna.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’uomo dovrà scontare 3 anni, 1 mese e 9 giorni di  reclusione per associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti. Il 56enne è ora in carcere in attesa del provvedimento di estradizione.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, verso il ballottaggio Cuccurullo-Alfano

D'Avino al 14,93%, Zeppetella indietro al 10,81% A Torre Annunziata è sempre più probabile il ricorso al ballottaggio tra i due candidati sindaco dei principali...

Ennesima intimidazione a don Patriciello: suocero del boss fermato dalla polizia

Colosimo: «Saremo sempre al suo fianco» «Ennesimo atto di intimidazione subito a Caivano da don Patriciello, dove un uomo, suocero del boss Ciccarelli, armato di...