Referendum e Comunali, il 12 giugno c’è l’election day

In Campania 90 città votano per rinnovare i consigli comunali

Elezioni amministrative e 5 quesiti referendari. Politica, comitati ed elettorato si preparano per l’election day in programma il prossimo 12 giugno mentre il secondo turno delle amministrative (dove è previsto) è programmato il 26 giugno.

Pubblicità

I cinque quesiti referendari riguarderanno: la riforma del Csm; l’abolizione della legge Severino: il quesito propone l’abolizione del decreto legislativo Severino sulla incandidabilità, ineleggibilità e decadenza automatica per i parlamentari, per i rappresentanti di governo, per i consiglieri regionali, per i sindaci e per gli amministratori locali in caso di condanna; i limiti agli abusi della custodia cautelare: si propone di limitare la carcerazione preventiva per il pericolo di “recidiva” solo ai reati più gravi; la separazione delle funzioni dei magistrati: si propone lo stop totale alla possibilità per i magistrati di passare, nel corso della carriera, dalla funzione requirente a quella giudicante e viceversa e il voto degli avvocati nei consigli giudiziari sulle valutazione dei magistrati.

In Campania saranno 90 i comuni al voto sui 550 complessivi (14 in provincia di Avellino, 11 in provincia di Benevento, 17 in provincia di Caserta, 14 in provincia di Napoli, 34 in provincia di Salerno).

Pubblicità Federproprietà Napoli

PROVINCIA DI NAPOLI –  Si vota in 14 comuni nel Napoletano: Acerra, Barano d’Ischia, Casamarciano, Ischia, Lettere, Nola, Pimonte, Portici, Pozzuoli, Sant’Antimo, Somma Vesuviana, Torre Annunziata, Tufino, Visciano.

PROVINCIA DI AVELLINO – Alle urne anche in 14 comuni irpini: Atripalda, Baiano, Capriglia Irpinia, Chianche, Flumeri, Fontanarosa, Gesualdo,  Grottaminarda, Montemarano, Montemiletto, Pietradefusi, Santo Stefano del Sole, Sirignano e Solofra.

PROVINCIA DI BENEVENTO – Undici i comuni al voto nel Sannio: Apollosa, Arpaia, Buonalbergo, Campolattaro, Limatola, Molinara, San Bartolomeo in Galdo, San Marco dei Cavoti, San Martino, Sannito, Santa Croce del Sannio e Sassinoro.

PROVINCIA DI CASERTA – Sono 17 le amministrazioni da rinnovare nel Casertano: Alvignano, Bellona, Calvi Risorta, Capua, Dragoni, Falciano del Massico, Gallo Matese, Liberi, Mondragone, Pastorano, Pietramelara, Portico di Caserta, Recale, San Gregorio Matese, Teano, Vairano Patenora e Valle di Maddaloni.

PROVINCIA DI SALERNO – Ben 34 i comuni che sceglieranno il nuovo consiglio comunale nel Salernitano: Acerno, Agropoli, Albanella, Alfano, Bracigliano, Buccino, Buonabitacolo, Camerota, Castel San Giorgio, Centola, Cicerale, Colliano, Giffoni Sei Casali, Laurito, Magliano Vetere, Mercato San Severino, Montecorice, Nocera Inferiore, Palomonte, Petina, Piaggine, Pisciotta, Prignano Cilento, Roccapiemonte, Rosccigno, Rutino, Sacco, Sant’Arsenio, Santomenna, Sanza, Sapri, Serre, Stella Cilento e Stio.

Setaro

Altri servizi

Ercolano, Sangiuliano alla riapertura dell’antica spiaggia cittadina

Di nuovo fruibile in seguito a un progetto di recupero attuato dal Parco archeologico Domani, mercoledì 19 giugno 2024 (ore 11), il Ministro della Cultura,...

Anatomia dell’Alleanza di Secondigliano: tutti i boss e i clan ‘amici’

Ecco chi c’è al vertice di Contini, Mallardo e Licciardi. Tutte le cosche orbitanti e i sodalizi in affari con il maxicartello È uno dei...