«Mi hanno rubato la pistola!» ma l’aveva venduta: in manette guardia giurata e pasticciere

Scoperti e sequestrati anche 49mila euro in contanti

Ha denunciato ai carabinieri di aver subito una rapina nel corso della quale alcuni sconosciuti gli avrebbero sottratto la pistola. Ma secondo gli investigatori l’arma, invece, sarebbe stata venduta. Così nei guai sono finiti venditori ed acquirente: si tratta una guardia giurata ed un pasticciere di 66 anni anni. Quest’ultimo deve rispondere di detenzione abusiva di armi, ricettazione e omessa denuncia ad autorità di polizia. La guardia giurata, invece, di simulazione di reato e possesso di segni distintivi contraffatti.

Pubblicità

Oltre ad aver inventato di sana pianta una rapina, custodiva nel suo appartamento 9 tesserini della polizia di stato con la sua foto e 3 palette segnaletiche con l’emblema della Repubblica Italiana.

La vicenda ha avuto inizio due giorni fa quando la guardia giurata, un 42enne che abita a Varcaturo, alla periferia di Giugliano, si è presentato dai carabinieri sostenendo di aver subito una rapina. Un racconto che ai militari della stazione di Qualiano non è apparso convincente che hanno avviato subito le indagini. In poche ore sono riusciti a scoprire che non c’è stata alcuna rapina. La sua pistola non è stata portata via da sconosciuti ma è stata venduta per 500 euro.

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’acquirente è appunto il pasticciere residente nel quartiere napoletano di San Pietro a Patierno. Lo hanno raggiunto in pasticceria all’alba dove hanno trovato la pistola, una Beretta calibro 9 completa di serbatoio. Nel locale anche 60 proiettili dello stesso calibro. Nella sua abitazione hanno trovato (e sequestrato) 49mila euro in contante la cui origine non stata ancora chiarita. Il 66enne è finito in carcere. La guardia giurata, invece, risponderà di simulazione di reato e possesso di segni distintivi contraffatti. Nel suo appartamento custodiva 9 tesserini della polizia di stato con la sua foto e 3 palette segnaletiche con l’emblema della Repubblica Italiana.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Anziano aggredito al bar da un clochard: 91enne deceduto in ospedale

È morto dopo 26 giorni di agonia Non ce l’ha fatta Vincenzo Fiorillo. Il 91enne, spinto con violenza davanti a un bar in via Santa...

Incidente stradale sull’asse mediano: deceduta una persona

Coinvolti due scooter Una persona è deceduta ed un'altra è rimasta ferita in un incidente stradale - che ha coinvolto due scooter - avvenuto lungo...