Federproprietà Napoli

Guerra in Ucraina, gli Usa preoccupati «per la lucidità mentale» di Putin

Pubblicità

Gli Stati Uniti continuano nella loro offensiva per isolare Mosca ovunque

Ora il focus dell’amministrazione Biden è valutare anche lo stato mentale di Vladimir Putin per ponderare le prossime mosse. Per l’intelligence americana è diventata una priorità, dopo che vari esperti hanno notato come il comportamento del presidente russo sia diventato di recente «sempre più imprevedibile, erratico e irrazionale».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il problema di fondo è la difficoltà di ottenere informazioni di prima mano da un ambiente impenetrabile come il Cremlino e capire se si tratta di una instabilità reale o di una strategia per aumentare l’imprevedibilità e quindi il margine di manovra. Il tema è stato affrontato anche nel briefing degli 007 ai parlamentari americani. L’ex capo della National intelligence James Clapper ha già detto in pubblico quello che alcuni dirigenti americani dicono in privato: «Personalmente penso sia instabile, sono preoccupato per la sua lucidità mentale e il suo equilibrio».

Idem l’ex ambasciatore Usa a Mosca Michael McFaul, secondo cui Putin sembra «completamente disconnesso dalla realtà». Un cambiamento sul quale potrebbe aver inciso anche il lungo isolamento, quasi paranoico, dello zar durante la pandemia.

Nel frattempo Joe Biden sta limando il suo discorso sullo stato dell’Unione davanti al Congresso, che sarà dominato dalla crisi in corso e dal successo della sua amministrazione nel riunire le democrazie occidentali contro la Russia. Gli Usa continuano nella loro offensiva per isolare Mosca ovunque. Il segretario di stato Antony Blinken ha evocato l’esclusione della Russia dal consiglio dei diritti dell’uomo e ammonito che se Putin vince la guerra la crisi umanitaria e dei diritti si aggraverà.

Leggi anche:  Appalti 'blindati' con tangenti, arrestato un ex primario. Sequestrati 600mila euro

Onu, domani la mozione di condanna di Mosca

Pubblicità

L’assemblea generale dell’Onu invece continua a discutere la mozione di condanna di Mosca, che probabilmente sarà votata domani. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres, ha lanciato intanto due appelli di emergenza coordinati per le persone sfollate in Ucraina e nella regione. Il primo piano «richiede 1,1 miliardi di dollari per soddisfare le crescenti esigenze umanitarie di oltre 6 milioni di persone sfollate e colpite dalle operazioni militari nei prossimi tre mesi», il secondo invece «chiede 551 milioni di dollari per aiutare gli ucraini fuggiti oltre confine, principalmente in Polonia, Ungheria, Romania e Moldavia».

La relazione sull’Ucraina al Parlamento europeo

Intanto arriva il via libera dal Parlamento europeo alla relazione sull’Ucraina discussa oggi durante la sessione straordinaria dell’assemblea plenaria. Nel testo, approvato con 637 voti a favore 13 contrari e 26 astenuti, il Parlamento chiede che «le istituzioni dell’Unione si adoperino per concedere all’Ucraina lo status di paese candidato all’adesione all’Ue» e che tale procedura sia «in linea con l’articolo 49 del trattato sull’Unione europea e sulla base del merito».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Gratta e vinci rubato, la difesa dell’uomo: «Il biglietto è mio, la signora mente»

Il fuggitivo è stato bloccato ieri mentre tentava di prendere un volo per Tenerife. «Il biglietto l’ho comprato io, volevo fuggire all’estero perché non mi...

La protesta dei Paesi del G7: «Pagamenti in rubli? Inaccettabile». Mosca: «Non forniremo gas gratis»

Scoppia la guerra del rublo tra la Russia e l’Occidente I paesi del G7 hanno ribadito oggi che chiedere il pagamento in rubli per il...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook