Federproprietà Napoli

Chiuso per Covid-19 il pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra

Pubblicità

Il direttore sanitario: «Naturalmente accetteremo quanti saranno trasportati, con mezzi propri, e considerati in imminente pericolo di vita»

Chiuso per Covid il pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra (Napoli), dove nei giorni scorsi alcuni pazienti ricoverati nei reparti di cardiologia e ginecologia sono risultati positivi ai tamponi. Il pronto soccorso è stato chiuso dall’Asl Napoli 2 dopo la nota della stessa clinica convenzionata, che aveva vietato gli accessi ai due reparti, dove erano stati riscontrate sette persone positive, tra cui due neo mamme, e un neonato.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Stasera sono stato costretto alla chiusura dell’intero pronto soccorso – ha spiegato il dottor Roberto Basta, direttore sanitario della struttura – in quanto l’Asl non ha chiarito, come avevamo chiesto, se il divieto di accesso era limitato ai soli reparti da noi indicati. Quindi fino a nuova disposizione, abbiamo informato il servizio del 118 di deviare tutte le urgenze in altre strutture. Naturalmente accetteremo quanti saranno trasportati, con mezzi propri, e considerati in imminente pericolo di vita».

Il dottor Basta ha sottolineato che oltre alle persone positive registrate nei giorni scorsi, non sono emersi «altri microfocolai» dopo le sue disposizioni di tamponi per tutti i dipendenti.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

L’intervista | Il segretario dell’Ugl Panico: «No a chiusure. Serve un assessore alla Sanità»

«Un nuovo lockdown la Campania, l'Italia e il mondo intero non se lo possono permettere». E' categorico Gaetano Panico, segretario regionale generale dell'Ugl in...

A Napoli l’iniziativa «Destra Sociale e di Governo»

Si terrà mercoledì 10 novembre 2021 alle ore 18.00 c/o Eccellenze Campane (via Benedetto Brin n. 69, Napoli) il convegno/dibattito «Destra Sociale e di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter