Federproprietà Napoli

Ddl Zan, Schifone (FdI): «Sconfitta la prepotenza ideologica del pensiero unico»

Pubblicità

L’onorevole Luciano Schifone: «bloccato il tentativo di imporre il bavaglio alla libertà di pensiero e di espressione»

Il disegno di legge Zan nella giornata di ieri ha subito un brusco stop nel voto segreto nell’Aula di Palazzo Madama. A bloccare il provvedimento la cosiddetta ‘tagliola’ che è passata con 154 voti favorevoli mentre 131 i contrari e due gli astenuti. Decisivi franchi tiratori presenti in Pd e M5S, segnale che stesso nei partiti proponenti ci sono senatori contrari al provvedimento.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Con la sostanziale bocciatura a larga maggioranza del Ddl Zan è stato bloccato il tentativo di imporre il bavaglio alla libertà di pensiero e di espressione. Per fortuna c’è ancora chi difende la libertà e non si sottomette al pensiero unico» ha affermato l’onorevole Luciano Schifone, dirigente nazionale di Fratelli d’Itala.

«Sconfitte le pretese di una minoranza patologica che pretende di imporsi come modello non discutibile pena una persecuzione di legge. Dal punto di vista politico è certamente una sconfitta anche per il Pd e M5S che continuano in una politica astratta di ideologismi fuori dai gravi problemi sociali ed economici che vive il paese reale» ha concluso.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

L’allert della Dia: «Per le mafie possibile boom di guadagni a causa della paralisi economica»

La «paralisi economica» provocata dalla pandemia di coronavirus può aprire alle mafie «prospettive di arricchimento ed espansione paragonabili a ritmi di crescita che può...

Grillo-Conte: c’eravamo tanto amati. Finisce tra reciproche accuse: «Non hai visione politica», «Sei un padre-padrone»

Naufraga miseramente il tentativo dell'ex premier di ricostruire il Movimento C’eravamo tanto amati. Spesso nelle telenovele per dirsi addio e chiudere una storia è questa...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter