Federproprietà Napoli

Giovane colpito con 5 coltellate durante una festa scolastica

Pubblicità

Il presunto accoltellatore è un coetaneo che nel frattempo si era presentato spontaneamente ai carabinieri

Un 19enne di Agerola (Napoli) è stato accoltellato con cinque fendenti nella serata di ieri, durante un party a Pompei organizzato da istituti scolastici superiori di Castellammare di Stabia (Napoli).

Pubblicità Federproprietà Napoli

È accaduto intorno alle ore 21, quando si sono radunati circa 2 mila giovanissimi per una sorta di discoteca all’aperto in un locale con casse acustiche e musica ad altissimi decibel e tanto alcol, procurato dagli stessi ragazzi. In poco tempo si è creato il caos in via Nolana, per i numerosi veicoli diretti alla zona di Civita Giuliana, dove si teneva il raduno. In strada centinaia di minorenni si avvicinavano a piedi verso il luogo della festa, quando è circolata voce dell’accoltellamento.

Il 19enne è stato accompagnato all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, dove ha riferito che non c’è stata una lite all’origine del ferimento ed ha fatto identificare il suo accoltellatore. Si tratta di un coetaneo, che nel frattempo si era presentato spontaneamente ai carabinieri per raccontare l’accaduto. Il ferito è stato medicato per quattro ai glutei e una alla schiena che ha sfiorato i polmoni. Non è in pericolo di vita.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Dries (Ciro) Mertens al Napoli ancora per due anni: ufficiale il rinnovo del contratto

L'annuncio ufficiale non poteva arrivare in un momento e in un'occasione migliore e potrebbe addirittura rappresentare uno stimolo in più per i ragazzi in...

Coronavirus, Moretta (commercialisti): «Uniformare procedure esecutive nell’interesse di cittadini, aziende e professionisti»

«Abbiamo deciso di aprire un confronto serrato e costruttivo con i tribunali del distretto campano affinché si possano uniformare il più possibile le procedure,...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter