Federproprietà Napoli

Reggia di Caserta, Osanna: «Serve un grande progetto come avvenuto per Pompei»

Pubblicità

Lo ha detto il direttore generale Musei del Ministero della Cultura intervenendo online a una conferenza stampa

«Ci vuole un grande progetto per la Reggia di Caserta, per gli aspetti più complessi e critici come per Pompei, da quello della presenza del personale ai problemi di manutenzione di un parco tra i più straordinari d’Europa».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo ha detto il direttore generale Musei del Ministero della Cultura Massimo Osanna, intervenuto online alla conferenza stampa convocata alla Reggia vanvitelliana dal direttore Tiziana Maffei per presentare la statua a grandezza naturale del neonato principe ereditario Carlo Tito di Borbone, realizzata nel 1775 dallo scultore napoletano Giuseppe Sanmartino – autore del Cristo Velato – riscoperta nei depositi della Reggia dopo che per anni se n’erano perse le tracce.

«Con il Pnrr – ha aggiunto Osanna – ci saranno risorse e possibilità per tutti i nostri musei, compresa ovviamente la Reggia; ci sono misure di finanziamento significative per l’efficientamento energetico, per gli adeguare spazi museali, misure specifica per parchi e giardini storici di cui la Reggia sicuramente usufruirà, misure anche per i depositi come quello della Reggia, da cui escono capolavori come quello di Sanmartino».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Dietoterapia e cibi della dieta mediterranea contro un killer silenzioso: le infiammazioni del nostro organismo

L’infiammazione: cos’è e come si manifesta Il nostro organismo è munito di complessi ed efficaci strumenti di autodifesa, tra cui l’infiammazione detta anche flogosi. Quando...

Guerra in Ucraina, la Russia prepara l’assalto a Kiev. Zelensky promette vendetta

Intensificati i bombardamenti su quasi tutto il Paese La Russia ha iniziato ad «ammassare» truppe e mezzi militari alle porte di Kiev in preparazione dell’atteso...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook