Federproprietà Napoli

Scuola, il Governo valuta l’obbligo di vaccinazione

Pubblicità

Il ministro Speranza: «Riapertura in presenza è una priorità per il governo»

Il governo sta valutando se inserire l’obbligo di sottoporsi alla vaccinazione contro il Covid-19 per il personale scolastico. Sull’argomento si è dimostrato possibilista anche il ministro della Salute Roberto Speranza che in un intervento alla trasmissione ‘Controcorrente’ su Rete4 ha affermato che «nessuna soluzione è esclusa, l’obiettivo è riportare tutti i ragazzi a scuola in sicurezza e in presenza».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Sono valutazioni che stiamo facendo in queste ore», ha affermato Speranza aggiungendo: «La riapertura della scuola senza Dad, se possibile, è una priorità per il governo. Dobbiamo lavorare perché con la buona campagna di vaccinazione, oggi abbiamo superato 65 milioni di dosi somministrate, vogliamo tutelare la scuola».

È possibile che l’obbligo scatti in base al numero dei vaccinati nelle varie regioni? «Non abbiamo valutato un’ipotesi in questi termini» anche se «ci sono differenze tra regioni: in alcune il tasso è molto alto, in altre è più basso. Di solito le misure che facciamo sono nazionali. Ma non deve passare il messaggio che gli insegnanti e il personale scolastico non si sono vaccinati, il dato è molto alto, l’85% ha avuto almeno la prima dose. Ma noi vogliamo che questa percentuale cresca, per questo nelle prossime ore valuteremo qual sia lo strumento migliore».

Figliuolo: «Nove regioni che viaggiano dal 77 al 50% di personale non vaccinato»

«La comunità scientifica dice che i vaccini sono sicuri per la popolazione dai 12 anni in su. Dobbiamo riaprire le scuole, è un imperativo categorico. La scuola in presenza fa bene allo sviluppo sociale dei bambini», ha affermato il commissario Francesco Paolo Figliuolo aggiungendo: «Su circa 54,2 milioni di popolazione complessiva, siamo al 56% di vaccinati. Questo è un buon risultato. Ad agosto manterremo la media, con l’obiettivo di arrivare all’80% a fine settembre».

Leggi anche:  Riprogettare l’istruzione per salvare gli studenti abbandonati al loro triste destino di sottocultura
Pubblicità

«Bisogna proseguire in maniera selettiva – ha precisato Figliuolo – Adesso siamo concentrati sui bambini che devono andare a scuola», ma «continuiamo a non mollare la presa sugli over 60» poiché «a livello nazionale ne mancano circa 2,2 milioni. Abbiamo nove regioni che viaggiano dal 77 al 50% di personale scolastico non vaccinato, e questo non va bene. Quindi è importante che soprattutto in quelle regioni si convinca il personale docente e non docente a fare questo atto di generosità, perché solo così riparte il paese», ha quindi detto il commissario per l’emergenza Covid.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Napoli zona gialla, ma lo storico caffè Gambrinus resta chiuso: pochi i clienti

Strade vuote, pochi che passeggiano per le vie del centro di Napoli e nei bar scarseggiano i clienti. I titolari, nonostante l'inserimento della Campania...

Marche, cena di protesta con 90 commensali: irruzione della polizia in un ristorante a Pesaro

Una cena di protesta contro l'ultimo Dpcm del governo Conte. Un evento organizzato via social con 90 commensali in un ristorante di Pesaro. E'...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter