Federproprietà Napoli

Coronavirus, Iannone (FdI): «Campania con Rt più alto d’Italia, De Luca ha fallito su tutti i fronti»

Pubblicità

«I sacrifici dei campani non sono serviti a nulla. La nostra regione è quella con l’indice RT più alto d’Italia. Un fallimento completo di De Luca che dopo un anno non è stato capace di rafforzare la sanità, ricorrendo alle chiusure ad ogni piè sospinto senza che qualcuno abbia mai visto quel famoso lanciafiamme per i controlli del territorio».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Lo dichiara il senatore Antonio Iannone, Commissario Regionale di Fratelli d’Italia in Campania, commentando i dati emersi dal report settimanale Iss-ministero della Salute da cui si evince che la Campania, subito dopo la Basilicata, è la regione italiana con l’indice Rt attualmente più elevato, pari a 1,5.

«Senza dimenticare – sottolinea – che per le chiusure non ha messo un euro di aiuti, lasciando intere categorie abbandonate al proprio destino.  Il peso della crisi è stato scaricato, sia moralmente che economicamente, sui cittadini che il Governatore ha anche il coraggio di colpevolizzarli».

«La Regione Campania non ha una strategia come il Governo nazionale, anzi l’insieme delle due deficienze sta condannando il nostro territorio più degli altri. De Luca ci risparmi almeno i suoi sermoni del venerdì: non può né dare lezioni né spiegazioni, i dati parlano inequivocabilmente», conclude Iannone.

Pubblicità

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus, 18.727 contagi e 761 vittime. In Veneto, Lombardia e Puglia gli incrementi maggiori

I nuovi contagi da coronavirus in Italia sono 18.727 su 190.416 tamponi esaminati. E' quanto si apprende dal bollettino del ministero della Salute. I...

Coronavirus, meno di 300 pazienti in terapia intensiva. I nuovi casi sono 270. Zero positivi in 5 regioni

Sono meno di 300 i ricoverati in terapia intensiva in Italia. Questo il dato più significativo che emerge dal bollettino di oggi della protezione...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter