Federproprietà Napoli

Napoli, i ristoratori in protesta sotto Palazzo Santa Lucia: nessuna risposta. Lungomare occupato

Pubblicità

Ennesima manifestazione di esasperazione per la crisi prodotta dalla pandemia e dalla conseguente mancanza di lavoro dovuta al blocco delle attività. Un gruppo di un centinaio di ristoratori, lavoratori dei settori catering e hotel – i più toccati dalla crisi che sta attraverso il turismo e che, tra l’altro sono i più esposti al pericolo di perdere il proprio posto di lavoro – ha appena bloccato la strada alla fine del lungomare di Napoli, in via Nazario Sauro.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I lavoratori erano dalle nove dinanzi la sede della Regione a protestare per la completa paralisi del settore. Dopo due ore senza risposte i manifestanti si sono spostati e hanno deciso di bloccare il traffico sedendosi per terra e spostando i bidoni dell’immondizia al centro della strada. A presidiare la situazione gli agenti della polizia di Stato.

Ancora una volta la Regione di fronte a un problema così grave per la sopravvivenza di addetti e le loro famiglie si è girata dall’altra parte e ha fatto finta di non vedere e non sentire il grido di dolore che saliva dalla strada.

Lo ‘sceriffo’ provvede a gridare solo quando è davanti alla telecamera del suo programma preferito durante il quale può parlare e urlare senza che nessuno possa dargli fastidio con domande indiscrete.

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Ue. Rauti (FdI): «Governo conferma. Italia esclusa da asse franco tedesco su ‘Main ground combat system’

«Oggi in Commissione Difesa al Senato il governo ha risposto all'interrogazione che ho presentato riguardo all'esclusione dell'Italia dal progetto franco-tedesco denominato 'Main Ground Combat...

Napoli, latitante dei Mazzarella arrestato a Barcellona

L'uomo è ritenuto elemento di spicco del clan ed è irreperibile dal luglio del 2020 I carabinieri del comando provinciale di Napoli hanno arrestato Gennaro...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook