Lecce, 29enne uccisa a coltellate: fermato 39enne di Torre Annunziata. Ha confessato

Ha ucciso la sua ex fidanzata con circa 20 coltellate, mentre lei era in compagnia del nuovo fidanzato, a Minervino di Lecce. E poi è fuggito facendo perdere le tracce fino a questa mattina quando è stato rintracciato dagli agenti del commissariato di Otranto nei pressi della stazione ferroviaria.

Pubblicità

Protagonisti della triste vicenda Salvatore Carfora, 39enne, di Torre Annunziata e Sonia Di Maggio, 29enne di Rimini che da qualche tempo viveva in Salento con il nuovo fidanzato.

Secondo la ricostruzione fornita dagli inquirenti il 39enne avrebbe ucciso la ragazza mentre passeggiava, insieme al fidanzato attuale in via Pascoli, vicino alla chiesa di San Biagio in località Specchia Gallone. Sembra che la vittima e il presunto omicida avessero avuto una breve relazione.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Il 39enne poi avrebbe ammesso le proprie responsabilità e dopo l’interrogatorio avrebbe condotto gli agenti del commissariato sul luogo dove si sarebbe disfatto dell’arma del delitto.

Quando è stato fermato aveva ancora gli indumenti e lo zainetto che indossava al momento del delitto. A quanto si apprende da fonti investigative, era da poco uscito dal carcere dove era finito per aver ferito a coltellate un parcheggiatore abusivo durante una lite.

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

In carcere a Poggioreale a 92 anni, il garante: «non difende la vita ma accelera la morte»

L'uomo finirà di scontare la pena nel 2027 Ha 92 anni e il suo fine pena è nel 2027, quando avrà 95 anni. È uno...

Le condanne diventano definitive: 6 del clan Batti in arresto

La Corte di Cassazione ha rigettato ricorso Sono tutti condannati, a vario titolo, per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, reati inerenti alle...