Federproprietà Napoli

Covid-19, Calabria, Lombardia e Piemonte ‘trasferite’ in zona arancione. Liguria e Sicilia passano in gialla

Pubblicità

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza con cui si dispone l’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte (che erano in area rossa) e l’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia (che erano in arancione). Lo riferisce il ministero in una nota. L’ordinanza sarà in vigore da domenica 29 novembre e sarà valida fino al 3 dicembre.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Dopo l’ordinanza per il passaggio di 3 regioni alla fascia arancione e di 2 in quella gialla, l’Italia si presenta così: le regioni arancioni sono Calabria, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Marche, Umbria, Basilicata, Puglia, FVG. Quelle gialle: Liguria, Sicilia, Sardegna, Lazio, Molise, Veneto, Provincia autonoma di Trento. Sono rosse: la Provincia autonoma di Bolzano, la Toscana, Abruzzo, Campania, Valle d’Aosta. Rinnovate le misure per Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana.

La notizia era stata anticipata questa mattina dal governatore Attilio Fontana. «Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisone del Governo» aveva scritto su twitter il presidente della Regione Lombardia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Le risorse mancano ma le liti sono tante. Le divisioni nella maggioranza fanno slittare il dl Rilancio

Nel giorno in cui Silvia Romano arriva in Italia, la politica continua a dividersi e in particolare la maggioranza, i cui dissidi interni di...

Berlusconi lancia l’idea del Partito unico del centrodestra, ma Lega e FdI lo gelano: «No a giochini politici»

FdI: «Partito Unico non avrebbe senso né per noi né per gli elettori» Federazione? No, meglio il partito unico. Nella gara alla ricostruzione del centrodestra...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook