Federproprietà Napoli

Covid-19, tecnici ministeriali in Campania per controlli. La decisione potrebbe slittare a domani

Pubblicità

Potrebbe slittare a domani la decisione sul cambiamento di zona epidemiologica della Campania. I tecnici del ministero della Salute hanno raggiunto l’area campana per una ricognizione sui dati dell’epidemia Covid-19 e per avere un quadro più preciso sulla situazione. Lo afferma l’agenzia Ansa che lo apprende da fonti del ministero della Salute.

Pubblicità Federproprietà Napoli

I tecnici inviati stanno analizzando la mole dei dati per capire se si è creata una falla nella raccolta e nella trasmissione e se il flusso dei dati è stato messo insieme correttamente. Inoltre devono appurare eventuali deficit e capire come potere recuperare ciò che manca. L’obiettivo è avere un quadro epidemiologico il più aderente possibile alla realtà così da capire se la Campania è ancora in un quadro di fascia gialla oppure no.

Con l’aumento consistente del numero dei contagi negli ultimi giorni, spiegano dal ministero, bisogna anche verificare quanti potenziali contatti sono sfuggiti al tracciamento. Il numero potrebbe influenzare la valutazione dell’area di rischio di appartenenza. Una decisione verrà presa al termine di questo lavoro e dopo l’analisi al ministero dei dati raccolti e potrebbe arrivare quindi nella tarda serata di oggi o domani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Coronavirus, in calo i nuovi contagi. Decedute 8 persone. Campania: 7 ‘positivi’ e 3 guariti

Sono 239 i contagi da Covid nelle ultime 24 ore in Italia, di nuovo in calo rispetto al giorno precedente (ieri erano stati 295)....

Una manovra ‘giallorossa’. Sorridono i grillini e piangono i leghisti: più soldi per il RdC e addio Quota 100

La prima manovra di Draghi accontenta il M5S e scontenta i leghisti Sarà stato il G20 di Roma. Oppure l’indeterminatezza che ancora avvolge la manovra,...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook