Federproprietà Napoli

Libia, Urso (FdI): «Governo chiarisca su modalità sequestro pescatori. Chi diede ordine di ritirare elicottero MM?»

Pubblicità

«La Marina Militare abbandonò i nostri pescatori sequestrati dalle milizie libiche? Chi ha dato l’ordine di ritirare l’elicottero che stava intervenendo per salvarli? Quali sono le direttive impartite alla nostra Marina impegnata in forze nella zona? Perché il governo ha mentito al Parlamento?». È quanto chiede in una interrogazione urgente il senatore di Fratelli d’Italia, Adolfo Urso, in merito alle rivelazioni sulle modalità del sequestro dei nostri pescatori da parte delle milizie di Haftar.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«La ricostruzione de ‘La Repubblica‘, ove fosse confermata, sarebbe gravissima, intollerabile perché i nostri pescatori operavano in acque internazionali nel pieno rispetto della legalità e le nostre Forze Armate avevano il dovere di intervenire a loro difesa, tanto più che il sequestro è stato realizzato da milizie di una entità libica non riconosciuta dall’Italia e dalla Comunità internazionale. Se fosse vera la notizia sarebbe gravissimo anche sui rapporti di leale collaborazione tra le istituzioni, perché il governo avrebbe fornito al Parlamento in Aula e nelle risposte alle interrogazioni una versione del tutto diversa», conclude il senatore Urso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

M5S, Muscarà: «Scuola, De Luca genera caos e scarica responsabilità sui dirigenti»

«Con il termine "raccomandazione", riferito a una bizzarra e singolare facoltà di considerare che la presenza in aula nelle scuole della Campania non sia...

Perde il controllo dell’auto e investe 6 persone: deceduta una 27enne. Due feriti gravi

Perde il controllo dell'automobile e investe sei persone. Drammatico incidente stradale ieri sera tardi a San Gennaro Vesuviano, nel napoletano. Nell'impatto una ragazza di...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook

Twitter