Campania, De Luca chiude le scuole. Limitazioni anche a feste e cibo d’asporto

Dopo l’impennata di contagi da Coronavirus, Vincenzo De Luca mostra i muscoli e sospende le attività didattiche ed educative in presenza nelle scuole primarie e secondarie fino al 30 ottobre in Campania. Prevista inoltre la sospensione delle attività didattiche e di verifica in presenza nelle Università, fatta eccezione per quelle relative agli studenti del primo anno. E’ una delle misure previste dall’ordinanza in corso di pubblicazione, contenente ulteriori misure di contenimento e prevenzione del contagio da Covid-19.

Pubblicità

Vietate inoltre le feste, anche conseguenti a cerimonie, civili o religiose, in luoghi pubblici, aperti pubblico e privati, al chiuso o all’aperto, con invitati estranei al nucleo familiare convivente. Stop alle attività di circoli ludici e ricreativi e il divieto di vendita con asporto dalle ore 21 per tutti gli esercizi di ristorazione. Consentito il delivery senza limiti di orario.

Nel provvedimento è contenuta la raccomandazione «agli enti e uffici competenti di differenziare gli orari di servizio giornaliero del personale in presenza». Tali misure «si aggiungono a quelle già disposte nelle recenti precedenti ordinanze, a cominciare dall’obbligo di indossare la mascherina deciso due settimane fa».

Pubblicità Federproprietà Napoli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Altra voragine in provincia di Napoli: interdetto uno svincolo della Domitiana

Messa in sicurezza l'area Ancora disagi per una voragine dopo i problemi creati dal cedimento verificatisi a Napoli nei giorni scorsi in via Morghen, nel...

Le condanne diventano definitive: 6 del clan Batti in arresto

La Corte di Cassazione ha rigettato ricorso Sono tutti condannati, a vario titolo, per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, reati inerenti alle...