Federproprietà Napoli

Napoli, 11enne si uccide lanciandosi balcone: c’è l’ombra del ‘blue whale’

Pubblicità

Si è suicidato, a undici anni, lanciandosi dal balcone del decimo piano dell’appartamento dove viveva con i genitori. E’ accaduto questa notte a Napoli poco dopo la mezzanotte. Il ragazzino, a quanto si è appreso, ha atteso che il padre e la madre andassero a letto e ha compiuto l’insano gesto. Prima di suicidarsi però ha inviato un messaggio al telefono della madre per chiedere scusa per il gesto che stava per compiere.

Pubblicità Federproprietà Napoli

La Polizia di Stato e la Procura, che stanno indagando sull’accaduto, ipotizzano il reato di istigazione al suicidio. Nel biglietto infatti, l’undicenne allude, in particolare, a un uomo nero, e gli inquirenti non escludono possa essere stato vittima dei cosiddetti “challenge dell’orrore”, del tipo “blue whale”, un gioco che si svolge totalmente on-line, che comprende atti di autolesionismo e anche, alla fine, il suicidio.

Secondo quanto emerso finora, sembra che il bambino, residente con la famiglia nel quartiere Chiaia della città, fosse sano e felice, praticava sport ed era perfettamente integrato. Nessun segnale avrebbe fatto presagire la voglia di compiere un gesto simile. Gli inquirenti hanno posto sotto sequestro il telefono e i supporti informatici per controllare eventuali conversazioni con estranei.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Guerra in Ucraina, Zelensky: «Superpotenza dello spirito»

Oltre 11 mila soldati russi sono morti dall'inizio dell'invasione russa L'undicesima notte di guerra in Ucraina ha visto una breve pausa nei bombardamenti mentre aumenta...

Campania, Schifone: «Chiusure delle scuole, la verità è che non hanno preparato la seconda ondata»

L'onorevole Luciano Schifone contro il ritorno alla didattica a distanza negli istituti campani e gli ultimi provvedimenti della Regione. «La verità è che non...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook