Federproprietà Napoli

Regionali | Il centrodestra conquista una roccaforte del Pd e del centrosinistra, ma a vincere sono questi ultimi

Una vittoria che – approfittando dei pronostici (7-0, 6 -1, 5-2) dei leader del centrodestra – qualcuno cerca di far passare come una sconfitta, perché il risultato finale è di appena 3 regioni (Veneto, Liguria, Marche) per il centrodestra e 3 (Toscana, Puglia e Campania) per il centrosinistra; in attesa, però, dello scrutinio in Valle D’Aosta che si svolgerà domani, ma al momento vede, comunque, la Lega avanti.

Siamo all’ennesima conferma di quanto scritto da ilSud24.it proprio ieri ovvero che in politica la verità è una misura di grandezza inversamente proporzionale. Basta pensare che al voto sono arrivate 4 regioni amministrate dal centrosinistra e 2 dal centrodestra; il centrosinistra ne ha perso una, le Marche, passata armi e bagagli al centrodestra, ma il Pd che pure a Palazzo Raffaello, ha abitato per decenni ed oggi ne è stato sfrattato, sta festeggiando, quasi come se la regione Marche non esistesse nemmeno.

E questo senza dire che, dopo questo risultato, l’equilibrio politico italiano si è ulteriormente spostato verso il centrodestra che oggi governa 15 regioni mentre quelle governate dal centrosinistra si sono ulteriormente ridotte a 5. E forse vale la pena di ricordare che con i consensi ottenuti nell’occasione: la Lega 26,1% si conferma il primo partito d’Italia; Fratelli d’Italia 16,1% sorpassa i 5stelle e diventa la terza forza politica italiana e insieme al 7,5% ottenuto da FI, la coalizione di centrodestra sfiora quasi il 50% (per l’esattezza: 49,7%). Il tutto mentre il M5s continua a squagliarsi, elezione dopo elezione, ma trova modo di festeggiare, perché ha vinto il «sì». Vittoria, per la quale deve ringraziare gli elettori del centrodestra.

E se non ci fosse da ridere, per il rischio che questa regione sta correndo, ci sarebbe davvero da scompisciarsi dalle risate per quello che ha combinato la Campania, ha regalato il 64,9% dei propri consensi allo sceriffo uscente De Luca soprattutto per il modo con il quale ha affrontato l’emergenza «Covid-19» minacciando di usare il lanciafiamme con chi non rispettava le sue ordinanze restrittive, ma per la legge del contrappasso ora ci ritroviamo ad essere la regione dove il virus dilaga, più che altrove.

Pubblicità

© Riproduzione riservata

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità

Altri servizi

Scuola, docenti non laureati per risolvere la carenza di supplenti. Azzolina: «Possibilità di lavoro per i giovani»

Il ministero dell'Istruzione, con l'ordinanza firmata da Lucia Azzolina lo scorso 13 luglio, ha deciso di affrontare il problema della carenza di supplenti nella...

L’Anm ha espulso Luca Palamara. Il pm romano: «Mi è stato negato il diritto di parola»

L'Associazione nazionale magistrati ha espulso Luca Palamara. Lo ha deciso il comitato direttivo centrale all'unanimità, con una sola astensione, accogliendo la proposta del collegio...

Gli articoli più letti

Paolo Anania De Luca: «Il patriota-scienziato che onorò l’Irpinia» e il Sud

Una leggera brezza rendeva la nostra mattinata di lavoro meno pesante del solito. Le temperature estive infatti, sono sempre le più ardue da sopportare...

Coronavirus, atterrato a Fiumicino il volo dalla Cina con medici e forniture sanitarie

E' atterrato ieri, in tarda serata, il volo dalla Cina che ha portato in Italia medici, aiuti e forniture mediche contro il Coronavirus. «Quasi...

Camera e Senato online per evitare il Coronavirus? No, il Parlamento non è il televoto

E’ emergenza lavori parlamentari Lo abbiamo scritto proprio su questo giornale, al di là dell’emergenza sanitaria da Coronavirus e di quella economica, a cui il...