Federproprietà Napoli

Fase3. de Bertoldi (FdI): «L’Italia ricorra ai Bot patriottici e alla moneta fiscale. No al Mes»

Pubblicità

«La moneta fiscale può rappresentare la principale alternativa all’eccessivo indebitamento, verso il quale vogliono spingerci gli alleati europei e la loro avanguardia italiana, il Pd. È inaccettabile, che dopo avere per anni impedito all’Italia qualunque appesantimento dei conti pubblici sul filo dei decimi di punto, ora gli stessi protagonisti del rigore insistano forzatamente per farci indebitare di molti punti percentuali rispetto al Pil». Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Andrea de Bertoldi segretario della Commissione Finanze e Tesoro.

Mes, de Bertoldi: «Prevede concretamente il rischio della Troika»

Pubblicità Federproprietà Napoli

«È questo il caso del Mes – spiega de Bertoldi -, un trattato internazionale ad oggi immodificato e contenente condizionalità, come ben chiarito in queste ore dal presidente Commissione Bilancio del Parlamento europeo Overtveldt, e che prevede concretamente il rischio della Troika in Italia».

«Fratelli d’Italia ritiene, invece, che con la strada dei Bot patriottici e della moneta fiscale, cioè dei crediti di imposta cartolarizzati, sia possibile immettere liquidità nel sistema senza aggravare la posizione debitoria verso l’estero, che ci porrebbe -de facto- in uno stato di subordinazione» conclude il senatore.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Furti di rame, sgominate due associazioni nel Casertano: 15 arresti

Almeno una quarantina i furti addebitati agli indagati Due associazioni criminali con base nel Casertano formate soprattutto da romeni e specializzate nel furto di cavi...

Fisco. de Bertoldi (FdI): «Fattura elettronica, un fallimento completo. A rischio la privacy»

«Il flop della fattura elettroniche giorno dopo giorno diventa sempre più evidente. Non bastava il minore gettito di entrate rispetto a quanto preventivato dal...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook