Schifone: «Una Pasqua senza pastiera, ma che Pasqua è? Autorizzare le pasticcerie a produrre»

La Luciano SchifoneRegione Campania ha vietato l’apertura di pasticcerie e invitato i cittadini campani a non acquistare dolci e pastiere, nemmeno online. Il governatore De Luca, nella sua ultima diretta ha, addirittura, invitato le persone a produrli da sè. Questa scelta ha scatenato numerose polemiche. Molti si domandano perché sia permesso alle panetterie di rimanere aperti e vendere prodotti dolciari mentre è vietato alle pasticcerie di aprire e lavorare. Una scelta che per molti rappresenta un controsenso e i pasticcieri sono sul piede di guerra. «Il diritto alla pastiera può essere salvato in tutta sicurezza. Se la Regione permette la vendita in confezioni sigillate presso i negozi alimentari già regolarmente aperti, basta autorizzare solo la produzione ai laboratori di pasticceria» ha affermato Luciano Schifone.

Pubblicità

«Vero – continua – che si tratta di una festa religiosa che va vissuta sul piano spirituale, nell’osservanza del messaggio cristiano che porta alla esaltazione della Resurrezione, ma appunto questo momento ha bisogno, specialmente in un contesto così triste, di simboli di gioia che la tradizione unisce alla  felicita della comunione delle famiglie e delle generazioni. E per i napoletani questo dolce si identifica con la festa della Pasqua».

«È vero che l’emergenza autorizza la sospensione di molti diritti della persona ma, laddove è possibile salvarli senza pericolo, è dovere delle autorità rispettarli» conclude l’esponente di Fratelli d’Italia.

Pubblicità Federproprietà Napoli

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Setaro

Altri servizi

Rogo Venere degli Stracci: il 33enne scarcerato

Accolta l’istanza del legale È stato scarcerato e trasferito nella casa di accoglienza per detenuti ai domiciliari gestita a Napoli da don Franco Esposito, Simone...

Caccia di casa l’uomo che l’aveva ospitata. Intervengono i carabinieri

Avellino: l’uomo di 69 anni era costretto a vivere in garage L'aveva accolta nella sua casa per ospitarla temporaneamente, ma dopo qualche mese si è...