Abbandona la madre invalida e non autosufficiente per andare in ferie: 84enne morta

Deceduta di stenti dopo alcuni giorni passati da sola in casa

Ha abbandonato l’anziana madre, invalida e non autosufficiente, per andare in vacanza in Abruzzo con i suoi due figli. Una scelta che è costata la vita all’84enne, morta di stenti dopo alcuni giorni passati da sola in casa. La vicenda, che fa tornare alla mente quella della piccola Diana Pifferi deceduta a 18 mesi dopo essere stata lasciata sola per giorni dalla mamma, è avvenuta a Montelibretti, alle porte di Roma. La figlia dell’anziana, una 49enne italiana, è stata fermata dai carabinieri della compagnia di Monterotondo, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura di Tivoli. Tutto è nato la mattina del 12 giugno quando è stato ritrovato per una casualità il cadavere dell’anziana.

Pubblicità

I carabinieri della stazione di Montelibretti si erano recati, infatti, nell’abitazione per notificare un atto alla figlia. Giunti alla porta hanno suonato senza ricevere risposta. Ma si sono insospettiti a causa di un forte odore proveniente da quell’appartamento. Così hanno deciso di approfondire il controllo per capire meglio la situazione. Hanno quindi effettuato una verifica del perimetro della casa e trovato una finestra aperta che ha permesso di accedere all’interno. Una volta entrati in casa c’è stata la tragica scoperta: il cadavere dell’anziana era riverso a terra. A coprirla parzialmente solo un lenzuolo. Il medico legale ha confermato che il decesso della 84enne risaliva ad alcuni giorni prima.

La ricostruzione degli inquirenti

Sono stati subito effettuati accertamenti per far luce sull’accaduto. I carabinieri hanno ricostruito che la figlia 49enne, convivente e deputata alla cura dell’anziana, si era allontanata dall’abitazione per andare in vacanza in Abruzzo insieme ai due figli minorenni, senza prestare le dovute cure della madre allettata, lasciandola abbandonata a se stessa, senza cibo né acqua e senza alcun telefono cellulare per poter chiamare i soccorsi.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Nelle vicinanze, inoltre, non ci sarebbero neanche parenti a cui eventualmente avrebbe potuto chiedere aiuto. La partenza della figlia, rintracciata poco dopo, risaliva ad alcuni giorni prima del ritrovamento del cadavere. La Procura di Tivoli ha emesso nei suoi confronti un fermo di indiziato di delitto con l’accusa di abbandono di persona incapace, condizione a seguito della quale l’anziana madre è deceduta. La 49enne è stata quindi fermata dai carabinieri della compagnia di Monterotondo e condotta nel carcere di Rebibbia dove il gip del Tribunale di Tivoli ha convalidato il fermo e disposto la misura degli arresti domiciliari. Restano da chiarire i motivi che hanno spinto la donna, un’incensurata, ad abbandonare l’anziana madre. Al momento non sarebbero emerse situazioni di allarme che riguardavano la famiglia.

Setaro

Altri servizi

I «noisti» dell’Autonomia sbagliano anche i quesiti referendari presentati alla Cassazione

Blaterano che spacca il Paese, ma grazie a loro, l’Italia è già divisa. Salari al Sud inferiori del 28% Altro che referendum (per cui i...

Mistero a Napoli: 7 persone intossicate dal latte di mandorla

Due gli episodi: la bevanda offerta da uno sconosciuto Ieri pomeriggio, i carabinieri della compagnia di Napoli Stella sono intervenuti presso l'Ospedale Pellegrini a seguito...