Governo, «Dedicata a te» si rinnova: 500 euro per un milione e 330mila famiglie

Per la carta sociale stanziati 676 milioni di euro

Da settembre un milione e 330mila tessere, 30mila in più rispetto allo scorso anno, per acquisti di generi alimentari, ma anche da spendere per carburante e trasporti pubblici dedicate ai nuclei familiari in difficoltà. Parte così l’edizione 2024 della Social card ‘Dedicata a te’, che passa da 457,9 euro a 500 euro. Per l’operazione sono stanziati 676 milioni, a cui si aggiungono 200 milioni a favore di Enti caritatevoli. Resta il nodo della scontistica. Questa la misura presentata dal ministro dell’Agricoltura e Sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi. Intervenuta in videocollegamento la ministra del Lavoro Marina Elvira Calderone.

Pubblicità

In un video sui Social la premier Giorgia Meloni parla di un «grande lavoro di sistema» che ci consente oggi di confermare questo piccolo ma decisivo aiuto ulteriore per le famiglie più fragili ed esposte all’inflazione». Ottenendo anche «un altro scopo, che è sostenere le filiere produttive italiane». Lollobrigida ha parlato di un «intervento massiccio» e non «ricottina» contro il disagio sociale.

I commenti

Ma dal Pd, con Chiara Braga e Francesco Boccia, e da Alleanza Verdi Sinistra con Nicola Fratoianni, l’accusa è di «elemosina elettorale» a «48 ore dalle Europee». Per il vicepresidente del Movimento 5 Stelle Michele Gubitosa è «un modo per lavarsi la coscienza dopo la cancellazione del Reddito di cittadinanza che ha portato al record di poveri assoluti in Italia nel 2023». Critica anche la Cgil che parla di misura «risibile». Mentre il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra ritiene positivo il potenziamento.

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Abbiamo dovuto spiegare e chiarire per far capire che le notizie diffuse in questi giorni sul blocco della carta e lo stop agli sconti era infondata», aveva detto in conferenza Lollobrigida rispondendo proprio a una domanda sulla tempistica e sul reddito di cittadinanza: «L’effetto drammatico della sua cancellazione è stato l’aumento dell’occupazione». Sull’operazione card pesa però il capitolo degli sconti ancora in attesa di essere chiarito.

La scontistica

Lo scorso anno oltre alla card, le famiglie potevano usufruire in aggiunta di una scontistica del 15%. In una lettera congiunta, Ancc Coop, Conad, Fida Confcommercio, Fiesa Confesercenti e Federdistribuzione confermano l’intenzione di supportare anche nel 2024 la carta ‘Dedicata a Te’ e si dicono disponibili «con senso di responsabilità» a renderla «più efficace» annunciando l’intenzione di definire poi le modalità dell’iniziativa.

Lettera resa nota dallo stesso Lollobrigida: «Per ragioni legate a loro organizzazione di sistema, ci informeranno esattamente di quali saranno i criteri di scontistica, se intenderanno procedere in altra maniera, se ci consiglieranno di lasciare a ogni azienda di effettuare una scontistica particolare».

L’edizione del 2023

Nell’edizione del 2023, le tessere sono state usate al 96% per l’acquisto di generi alimentari, al 4% per carburanti e trasporto pubblico. In particolare 430 milioni di euro sono stati spesi nella grande distribuzione e supermercati, 58,6 milioni nei minimarket e mercati, 20 milioni per carburante, 6,8 milioni nei discount, 3,7 nelle macellerie e pescherie, 627.619 in forni e panetterie, 343.399 nelle latterie e specializzati lattiero caseari, 60.912 euro nel Tpl.

Leggi anche:  Riforme, tour de force della maggioranza per premierato e autonomia

Come beneficiarne

Anche nel 2024 possono beneficiare della card i nuclei familiari con almeno tre persone e che hanno un Isee inferiore a 15mila euro. La misura è rivolta ai residenti in Italia e viene erogata in assenza di altri contributi di inclusione sociale o sostegno alla povertà. Introdotte nuove categorie di acquisto come Dop e Igp, ortaggi surgelati, prodotti da forno, tonno e carne in scatola.

Spetta all’Inps individuare i beneficiari. I controlli «da oggi saranno fatti ex ante», ha spiegato il presidente dell’Inps Gabriele Fava. Secondo la ministra Calderone «la Social card oggi è ancora più accogliente soprattutto per l’importo messo a disposizione». E da Lollobrigida i ringraziamenti al ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, «che è riuscito a non togliere risorse alle famiglie in difficoltà». Collaborano al progetto Associazione nazionale comuni italiani e Poste Italiane.

Setaro

Altri servizi

Strage della discoteca di Corinaldo: imputati assolti per i reati più gravi

Nella tragedia morirono 5 minorenni e una 39enne. Responsabili della sicurezza condannati solo per falso Assolti dalle accuse più gravi, quelle di omicidio colposo plurimo...

Scacco al clan Contini, il pentito: quando il boss incontrò Lavezzi

Teodoro De Rosa: ero presente quando il Pocho parlò con Ettore Bosti in un campetto abusivo costruito dal clan Contini Teodoro De Rosa è una...