«Banda della Magliana»: il gruppo WhatsApp con i proventi delle truffe

Lì venivano pubblicate le immagini di gioielli e contanti

In un gruppo WhatsApp il monitoraggio dei proventi delle truffe. Lo hanno scoperto gli inquirenti dopo l’analisi del cellulare di uno degli indagati. È lì che la polizia giudiziari ha scoperto l’esistenza di un gruppo WhatsApp chiamato «Banda della Magliana» tra i cui membri risultava registrata un’utenza, salvata con il nominativo «Edmundo» che, da successive verifiche, è risultata essere in uso a Eduardo Uccello. Il gruppo WhatsApp in questione veniva utilizzato per condividere video e foto di denaro e gioielli, proprio a riscontro dei proventi dell’attività criminale posta in essere.

Pubblicità

La classifica dei capi: il più forte? Alfonso

Il 12 marzo 2023 c’è una conversazione rilevante, tra Raffaele Bacio Terracino e tale Pietro, non meglio identificato. I due si scambiano opinioni su quale dei due «Capi» fosse il più forte. Vengono esaltate le doti di Alfonso ma, secondo Raffaele, Eduardo era più bravo a parlare l’italiano e, quindi, a indurre in confusione le vittime che, in questo modo, cadevano nel tranello.

Pietro chiede: «Puoi lavorare anche da solo fra poco?». Raffaele: «No, da solo non posso mai lavorare. Non lo farei mai un torto a mio cugino. Mi accontento di quello che mi dà. La questione è che lui ha più esperienza di me, l’unica cosa che potrei fare è dire a mio cugino ‘mi metto un po’ solo io’, per portarmi finito perché, quando stai solo tu, cambia il discorso». Poi aggiunge: «Eduardo se li fotte tutti quanti, è forte il parente». Pietro: «Sì, ma come è forte Alfonso non è forte nessuno fratello, ascolta a me». Ma Raffaele incalza: «Alfonso è forte a romano, ma in italiano se ne devono andare». Pietro: «In italiano è il più forte Alfonso, Eduardo non è il più forte, non scherziamo». Raffaele: «No, Eduardo non è più forte di Alfonso. Non scende mai a mani vuote! Mai, mai, mai, quel fatto che parla l’italiano proprio bene, quell’accento hai visto come lo camuffa? Alfonso è il più forte secondo me».

Setaro

Altri servizi

Camorra, per Emanuele Libero Schiavone custodia cautelare in carcere

Il gip del tribunale di Napoli ha disposto la stessa misura anche per Francesco Reccia Armi dopo la sparatoria in strada a Casal di Principe,...

Strage della discoteca di Corinaldo: imputati assolti per i reati più gravi

Nella tragedia morirono 5 minorenni e una 39enne. Responsabili della sicurezza condannati solo per falso Assolti dalle accuse più gravi, quelle di omicidio colposo plurimo...