Circumvesuviana, verso la chiusura del passaggio a livello di via Crapolla

Sui binari furono posizionati vasca da bagno e frigorifero

Maggiore sorveglianza e proseguimento delle attività necessarie per la sua chiusura. Sono le due rassicurazioni giunte oggi al prefetto di Napoli dal presidente dell’Ente Autonomo Volturno, Umberto De Gregorio, in merito al passaggio a livello di via Crapolla a Pompei, la cui zona è stata interessata di recente da alcuni raid vandalici che hanno visto l’abbandono sui binari tra l’altro di una vasca da bagno e di un frigorifero.

Pubblicità

Nel corso della riunione, come spiega una nota di Eav, il presidente Umberto De Gregorio ha evidenziato come «per il passaggio a livello di Via Crapolla è già prevista da tempo l’eliminazione in accordo con il Comune di Pompei», dopo avere assicurato una maggiore presenza in zona di guardie giurate. «Forse qualcuno non è d’accordo – prosegue De Gregorio – ed usa metodi camorristici o terroristici per intimidirci. Tentativo inutile».

L’Ente Autonomo Volturno fa sapere come «a Pompei verranno eliminati ben quattro passaggi a livello. Lo ha deciso una delibera di giunta del comune guidato dal sindaco Lo Sapio, presente stamattina alla riunione in Prefettura. Verranno eliminati i passaggi a livello di via Nolana, via Fucci, via Crapolla I e II. L’obiettivo di eliminare i passaggi a livello sulle rete ferroviaria è diventato elemento centrale della programmazione dei lavori di ristrutturazione da parte di Eav, che sta provvedendo alla realizzazione di opere sostitutive e sottopassi. A questo punto il Comune di Pompei ed Eav, per quanto riguarda il passaggio a livello dove si sono verificati gli episodi criminali, peraltro a servizio di un solo fondo privato, accelereranno la chiusura, trasformando il passaggio da pubblico in privato».

Pubblicità Federproprietà Napoli

La vigilanza

Nel frattempo Eav ha previsto la presenza di una guardia giurata a vista h 24 ed un controllo rafforzato su quel tratto specifico di linea con diversi vigilantes. «Si è evidenziato infine nel corso della riunione – spiegano ancora dall’azienda di trasporti – che Eav investe tantissimo in security, con novanta dipendenti dedicati e novanta guardie giurate esterne, per un costo di oltre 4 milioni di euro, pari al 2% del proprio fatturato; esistono oltre 4.000 telecamere ed è sempre massima e proficua la collaborazione con le forze dell’ordine».

Setaro

Altri servizi

Bus precipitato a Capri, Emanuele Melillo forse morto perché «sbalzato e schiacciato»

L'ispettore della Stradale: «ringhiera arrugginita» Potrebbe essere morto a causa delle gravi ferite riportate dopo essere stato schiacciato dal bus che stava guidando Emanuele Melillo,...

Lite all’esterno dell’ospedale: accusa un malore e muore

È un 62enne di Vico Equense Lite all'esterno dell'ospedale, accusa un malore, si accascia e muore. È accaduto nel primo pomeriggio di ieri a Napoli,...