Treno del ricordo a Napoli, FdI: Un modo per conoscere i tragici fatti del confine orientale

Il convoglio arriverà domenica prossima 25 febbraio

In occasione dell’arrivo a Napoli, domenica prossima 25 febbraio, del Treno del Ricordo il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia invita tutti i propri iscritti «a visitare l’importante testimonianza di una delle pagine più tristi della storia del nostro Paese».

Pubblicità

«Il treno – ha dichiarato il neo presidente cittadino di Fdi Marco Nonno – che viene messo a disposizione dalla Fondazione FS Italiane, è stato allestito per l’occasione con una mostra multimediale e l’esposizione delle masserizie degli esuli. Un modo per conoscere più da vicino il tragico epilogo delle popolazioni dell’Istria e della Dalmazia costretti a lasciare le proprie terre per sfuggire alla violenza dei comunisti titini».

«Ancora oggi – hanno dichiarato Giorgio Longobardi e Luigi Rispoli, rispettivamente consigliere comunale e vice presidente cittadino – molti non hanno avuto modo di conoscere a pieno la tragedia degli italiani del confine orientale. Migliaia di italiani uccisi barbaramente e gettati nelle foibe, le cavità carsiche, ancora vivi. Quella di domenica è una occasione per portare a conoscenza, specie dei più giovani, questa triste pagina della nostra storia e per questo abbiamo invitato tutti i nostri militanti a partecipare».

Pubblicità Federproprietà Napoli

L’orario di visita al Treno è dalle ore 9 alle ore 19 (ultimo ingresso 18:30). La visita, gratuita, ha la durata di circa 20 minuti e viene effettuata in gruppi di 25 persone con accesso scaglionato ogni 10-15 minuti.

Setaro

Altri servizi

Agguato a Bagnoli: un 17enne ferito per errore

Un commando ha aperto il fuoco su un gruppo di giovani che si trovava in strada Ancora una sparatoria nella zona flegrea, a farne le...

Scontro tra una bici e un camion Asia: deceduta una studentessa

La ragazza aveva solo 27 anni Una studentessa tedesca è morta dopo essere rimasta gravemente ferita in un incidente stradale a Napoli. Alla guida di...