Nella lite spunta il coltello: 37enne in prognosi riservata. Fermato un giovane

Ancora una notte di movida violenta

La lite, per motivi banali, il diverbio che degenera in colluttazione, il coltello. Un copione ormai noto in tutta la penisola alla base del fermo per tentato omicidio di un ragazzo di 19 anni a Benveneto. Lo scenario è quello della movida del week end, in questo caso nel capoluogo sannita. Intorno alle 3.45 di domenica mattina, i militari della compagnia carabinieri di Benevento hanno arrestato il ragazzo per un episodio che si è verificato nel centralissimo piazzale Vari, zona della movida beneventana, nei pressi di un noto locale.

Pubblicità

Dopo una discussione, il diciannovenne, già noto alle forze dell’ordine, dopo aver tirato fuori un coltello, ha colpito con violenza e per tre volte, al torace e al fianco sinistro, un uomo di 37 anni un di Casalduni (Bn). La vittima, trasportata in codice rosso presso Ospedale Sacro Cuore di Gesù-Fatebenefratelli di Benevento, si trova in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.

A dare l’allarme, dei ragazzi che hanno osservato la scena ha consentito a una delle molte pattuglie presenti in zona di accorrere per i rilievi sul posto e all’ospedale. Le prime indagini, condotte dal Nucleo Operativo e Radiomobile e dalla Stazione di Benevento, hanno consentito, grazie anche alle visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza cittadine e dei locali presenti in zona, di individuare subito il ragazzo, portato in caserma e poi in carcere su disposizioni del pm.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Strage familiare nel Palermitano, la 17enne confessa: ho partecipato anche io

Arrestata anche la figlia superstite La 17enne scampata al massacro della sua famiglia ha partecipato alle torture e all’omicidio della madre e dei due fratelli...

Uccide madre e sorella della ex, le minacce del finanziere: faccio una strage

Messaggi violenti e un vero e proprio annuncio di morte Una strage annunciata. Una missione di morte ‘comunicata’ dallo stesso autore, il finanziere Cristian Sodano,...