Napoli, Raffaele Marrone riconfermato alla guida di Confapi

Il presidente: puntare su transizione 5.0, sostenibilità e digitalizzazione per cogliere nuove opportunità

Raffaele Marrone è stato rieletto all’unanimità Presidente di Confapi Napoli. Dal 2019 alla guida della confederazione delle piccole e medie imprese dell’area partenopea continuerà il mandato grazie alla fiducia accordatagli dall’Assemblea delle imprese associate riunitasi mercoledì 29 novembre presso il Museo Darwin-Dohrn della Stazione Zoologica Anton Dohrn.

Pubblicità

«In questi anni – ha dichiarato il Presidente Marrone – abbiamo cercato, di restare accanto alle imprese, offrendo un supporto concreto, consigli, suggerimenti per poter continuare a svolgere, pur nelle difficoltà derivanti dal quadro politico-economico, la propria attività».
«Abbiamo svolto un’intensa attività informativa e divulgativa su opportunità, bandi e iniziative che riguardano i settori di nostro interesse – continua Marrone – abbiamo organizzato eventi di settore coinvolgendo professionisti e imprenditori nella consapevolezza di quanto sia importante la squadra e il senso di appartenenza all’associazione e al nostro territorio di cui, da imprenditori, abbiamo profonda conoscenza».

«Per il futuro – conclude il responsabile delle Zes Confapi nazionale – l’intento è quello di intensificare ancora di più questo lavoro, puntando sui temi della transizione 5.0, sostenibilità e della digitalizzazione per cogliere le opportunità che verranno e per diventare protagonisti dello sviluppo e della crescita del tessuto economico dei nostri territori».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Camorra a Roma, appello bis per il boss Michele Senese: annullata l’assoluzione

La Cassazione ha accolto il ricorso della Procura La Corte di Cassazione ha annullato l’assoluzione di Michele Senese, detto ‘O’ Pazz’, nell’ambito del processo romano...

Ex Ilva, Acciaierie d’Italia verso l’amministrazione straordinaria

Ma Arcelor Mittal accusa: grave violazione dell’accordo di investimento Il dado è tratto: Acciaierie d’Italia va verso l’amministrazione straordinaria. Ma all’orizzonte si prospetta un duro...