Caivano, ex amministratori pubblici a operai: «Vi fanno male… pagate»

Scoperta una richiesta estorsiva al titolare di una ditta da 10mila euro

«Quelli hanno chiamato un’altra volta… questi vi fanno male… facci una bella busta e dagliela e togliamo un altro bordello di mezzo». A parlare agli operai di una ditta assegnataria di un appalto da 120mila euro relativo alla realizzazione e il rifacimento dei marciapiedi a Caivano (Napoli) sono Carmine Peluso e Giovanbattista Alibrico, rispettivamente ex assessore comunale di Caivano ed ex consigliere comunale.

Pubblicità

Tutti erano stati già raggiunti lo scorso 10 ottobre da misure cautelari. Oggi i carabinieri di Castello di Cisterna, coordinati dalla Dda di Napoli, hanno notificato nuove misure cautelari a imprenditori e presunti appartenenti alla camorra nell’ambito del secondo step di un’indagine sulle infiltrazione criminali nell’amministrazione comunale di Caivano.

L’episodio in questione figura tra quelli che dimostrerebbero, secondo gli inquirenti, come una parte della politica, a Caivano, avesse legami con la criminalità organizzata. La visita di Peluso e Alibrico venne preceduta da due delegati del boss che imposero lo stop dei lavori agli operai. «Dovete risolvere voi il problema – dicono ancora Peluso e Alibrico ai lavoratori presenti – ma lo dovete risolvere oggi… vedete come dovete fare e portate i soldi… toglieteci a noi di mezzo, perché noi dobbiamo stare in grazia di Dio». Nel caso specifico la richiesta estorsiva nei confronti del titolare della ditta, formulata tra il 14 e il 15 settembre 2022, fu di 10mila euro. Sul pagamento però non ci sono risultanze investigative

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Torre Annunziata, l’Alleanza Straordinaria: «Bisogna votare in massa Carmine Alfano»

La coalizione: «Non ci hanno scalfiti con la macchina del fango, dell’odio e della delazione» «La coalizione “Alleanza Straordinaria” prende atto della personale decisione del...

Rapine alla «point break», chiuso il cerchio: 7 misure cautelari | Video

Scoperto un giro d’affari illegale di oltre 150 mila euro Per i loro colpi usavano armi e moto di grossa cilindrata: ora carabinieri e procura...