Musicista ucciso a Napoli, l’Arena di Verona gli tributerà un omaggio musicale

Sangiuliano: Il Ministero della Cultura pronto a sostenere l’Orchestra Scarlatti Junior

Questa sera, prima della recita di Tosca, a Verona, la Fondazione Arena, attraverso i corni della sua orchestra, tributerà un omaggio musicale a Giovanbattista Cutolo, musicista di 24 anni ucciso a Napoli. Fondazione Arena si unisce al cordoglio della famiglia e ricorda in questo modo un giovane cornista che ha dedicato la sua vita alla musica e all’arte, esempio per tanti ragazzi.

Pubblicità

Anche il Mic ha deciso di ricordarlo con un’iniziativa in sostegno della sua orchestra. «Il Ministero della Cultura è pronto a sostenere l’Orchestra Scarlatti Junior. Nelle ore immediatamente successive al tremendo assassinio di Giovanbattista Cutolo, ho espresso tutto il mio orrore e sdegno per quanto avvenuto. Oggi ho telefonato al maestro Gaetano Russo, direttore dell’Orchestra Scarlatti Junior, per comunicargli che siamo pronti a finanziare tre eventi musicali in memoria del giovane orchestrale barbaramente ucciso. I concerti saranno organizzati d’intesa con il Comune di Napoli». Lo dichiara il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

«Al riguardo ho già parlato con il sindaco Gaetano Manfredi, con cui c’è piena unità d’intenti. Il primo, già in programma e che avrebbe visto la partecipazione di Giovanbattista, si terrà il 10 settembre nel Cortile delle Statue. Gli altri due concerti, da organizzare, saranno uno sinfonico al Conservatorio di Napoli e uno da camera alla sede universitaria di San Marcellino».

Pubblicità Federproprietà Napoli

«Da mesi – aggiunge il ministro – stiamo lavorando con il sottosegretario Giammarco Mazzi alla creazione di due orchestre giovanili e due nuovi corpi di ballo: una delle prime due potrà essere sicuramente la Scarlatti Junior, che merita di essere stabilizzata e resa permanente, con costi a carico del Ministero, in onore di Giovanbattista».

Venezi: «Cornista di talento e ragazzo sempre sorridente, vittima di odio e brutalità»

«Era un cornista di talento, lo sguardo limpido e sincero, appassionato e amoroso nei confronti del suo strumento, del vivere in orchestra, del fare parte di una comunità come quella della Scarlatti. Era un ragazzo sempre sorridente, educato e rispettoso nei confronti di tutti, del suo lavoro, della musica stessa» ha affermato Beatrice Venezi, consigliere per la musica del Ministro.

«Non posso credere a quello che è successo – prosegue Venezi – non posso credere né tantomeno accettare che la nostra società precipiti ogni giorno sempre più nel degrado e nella barbarie, nel vuoto di doti morali e intellettuali, un vortice centripeto annichilente in cui non si conosce più nemmeno il valore sacro della vita». «Cosa siamo diventati? Animali?» – si interroga il consigliere del Ministro – «No, questa è retorica. Gli animali non uccidono per crudeltà ma solo per necessità».

«Dove sono finite la solidarietà, l’empatia, il senso di comunità – dice ancora Venezi – che contraddistingueva la nostra società italiana? Siamo l’ombra di noi stessi, zombie che vivono solo nella notte dell’umanità. Corpi vuoti senza anima. Come artisti – considera poi – ci mettiamo in gioco ogni giorno per portare la bellezza nella vita delle persone attraverso il linguaggio sublime della musica, i più alti valori umani a cui ispirarsi, per mostrare che un’altra via è possibile. Ne abbiamo fatto la nostra missione e la nostra stessa vita. Giovanbattista ne aveva fatto la sua missione e la sua vita. L’esatto opposto dell’odio e della brutalità di cui è stato vittima».

Leggi anche:  Euro falsi venduti su Telegram e pagati in ciptovalute: 4 arresti

«Fino a ieri mattina – conclude Venezi – credevo fermamente in questa missione, e che con la cultura e con l’amore che l’arte insegna si sarebbero potute sanare le ferite della nostra società. Per il momento mi rimangono soltanto un senso di frustrazione e di impotenza, ma anche rabbia, tanta, e un senso di giustizia che adesso vuole essere soddisfatto. Mi stringo nel dolore alla famiglia di Giovanbattista, certa che la musica degli angeli lo accompagni da adesso in avanti».

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

Scontro auto-moto nel Napoletano: 53enne perde la vita

La vittima è una guardia giurata Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri della sezione radiomobile e della stazione locale sono intervenuti a Casoria in...

Incidente stradale sull’asse mediano: deceduta una persona

Coinvolti due scooter Una persona è deceduta ed un'altra è rimasta ferita in un incidente stradale - che ha coinvolto due scooter - avvenuto lungo...