Energia, Gentiloni: «Hub energetico del Mediterraneo realtà che va potenziata»

Il commissario Ue: «Il Meridione contribuisce per il 50% alla produzione italiana d’energia»

«La possibilità di proiettare il Mezzogiorno come hub energetico del Mediterraneo non è solo una chiacchiera ma una realtà che va potenziata». Lo ha detto Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’Economia, collegato in video con Feuromed, il festival Euromediterraneo dell’economia in corso a Napoli. «La guerra – ha sottolineato il commissario europeo – ha svelato la dipendenza dell’Europa dal gas russo. La risposta è stata straordinaria: in dieci mesi abbiamo ridotto dal 42 al 7% la dipendenza dal gas russo, un dato incredibile se si pensa alle previsioni della scorsa estate che erano pessimistiche».

Pubblicità

«Lo abbiamo fattio diversificando, ma sappiamo che la strada dal punto di vista energetico non è in discesa. Tuttavia sappiamo anche che su rinnovabili e rigassificazione il Mezzogiono d’Italia ha un ruolo molto importante, dalla Tap in Puglia al gasdotto greenstream in Sicilia».

«Una parte consistente dei collegamenti fanno capo al Mezzogiorno d’Italia – ha ricordato Gentiloni – e c’è la consapevolezza che sulle rinnovabili già oggi il Mezzogiorno contribuisce per il 50% alla produzione italiana. A Catania ricordo che abbiamo una grande azienda italiana che produce pannelli solari. Ecco perché – ha concluso – possiamo collegare Nord e Sud e i Balcani passando dal Mezzogiorno».

Pubblicità Federproprietà Napoli

Potrebbe interessarti anche:

Setaro

Altri servizi

La tessera del PD con gli occhi di Berlinguer

Rivela un reducismo che impedisce alla sinistra una dimensione razionale e riformista, identificandosi con un antifascismo di maniera Il PD in questi giorni sta portando...

Ascensore Monte Echia, 25mila accessi in 6 giorni

Accesso a Monte Echia in via sperimentale fino al 19 maggio In soli 6 giorni dall'apertura, l'ascensore di Monte Echia ha registrato 25mila accessi, A...