Frana del 2009 a Casamicciola: reati contestati prescritti

L’alluvione che novembre 2009 provocò la morte della 15enne Anna De Felice

Lo scorso 10 novembre la Corte di Appello di Napoli – se ne è avuta notizia oggi – ha ratificato la prescrizione dei reati contestati all’ex sindaco di Casamicciola Vincenzo D’Ambrosio finito sotto processo per l’alluvione che novembre 2009 provocò la morte della 15enne Anna De Felice, 14 feriti e notevoli danni. Lo riportano Il Mattino e la Repubblica Napoli.

Pubblicità

Su quei reati era caduta la tagliola della prescrizione già prima della sentenza del processo di primo grado al termine del quale D’Ambrosio venne condannato a quattro anni per omicidio colposo e assolto dall’accusa di disastro colposo insieme con altri imputati tra i quali figurava anche il suo predecessore Giuseppe Ferrandino.

Per il Tribunale di Napoli, l’ex primo cittadino D’Ambrosio (che aveva provveduto a diramare l’allerta meteo moderata qualche giorno prima) avrebbe dovuto anche avvertire la popolazione e disporre altri interventi di specifica competenza dell’amministrazione comunale. L’ex primo cittadino ha impugnato la sentenza sostenendo che l’evento era imprevedibile ed eccezionale.

Setaro

Altri servizi

Gruppo della Stadera: svelato il codice dello spaccio

La parola «Cosimino» indicava la cocaina, «Maria» la marijuana Nell’inchiesta che ha colpito il gruppo ribelle della Stadera, scissionista del clan Contini non sono inseriti...

Controlli in mare, verifiche su 353 natanti con 100 sanzioni

Nel corso del fine settimana, disposti dalla Prefettura di Napoli, sono stati svolti serrati controlli nel golfo di Napoli da parte della Capitaneria di...