Federproprietà Napoli

In vacanza a Ischia per il «ponte» ma doveva scontare 2 anni: preso

Pubblicità

In manette un 55enne napoletano

Era in vacanza ad Ischia per il ponte di Ognissanti ma doveva scontare 2 anni e 8 mesi di reclusione ed è stato per questo motivo arrestato domenica sera dalla Polizia di Stato isolana.

Pubblicità Federproprietà Napoli

G.B., 55enne napoletano, soggiornava in un albergo centralissimo di Ischia Porto ma la Procura di Napoli lunedì scorso aveva emesso un provvedimento di carcerazione per scontare la pena per associazione per delinquere, truffa, ricettazione, riciclaggio, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e in certificati o autorizzazioni amministrative, falsità materiale commessa dal privato, contraffazione delle impronte di una pubblica autenticazione o certificazione, tutti reati commessi in Gran Bretagna e fra le province di Napoli e Caserta tra il 2003 ed il 2009.

Negli anni scorsi era stato arrestato in Francia ed estradato e dopo un periodo in carcere era stato scarcerato ed affidato in prova. L’ordine di carcerazione è stato emesso lunedì scorso dalla Procura della Repubblica.

Gli uomini del commissariato isolano, guidati dal vice questore Re, a seguito di una segnalazione della Centrale Operativa della Questura di Napoli lo hanno infine bloccato domenica sera, nell’albergo dove aveva prenotato il soggiorno per questi giorni del ponte del I novembre.

Pubblicità

 

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Treno della Circumvesuviana deragliato: la Procura apre un’inchiesta

Sequestrato il binario della linea Napoli-Sorrento La Procura della Repubblica di Torre Annunziata (Napoli) ha aperto un'inchiesta in merito al deragliamento di un treno della...

Funicolare di Chiaia, chiusa da 4 mesi: ancora incerto l’inizio dei lavori

A metà febbraio la pubblicazione del nuovo bando, riapertura forse nel 2024 E’ purtroppo evidente che a Napoli il vero problema delle Amministrazioni non è...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook