Federproprietà Napoli

Notificati gli arresti domiciliari all’ex senatore Cesaro. I legali: «Dimostrerà la sua estraneità»

Pubblicità

La misura è stata notificata a seguito della decadenza da parlamentare

Sono stati notificati, all’ex senatore Luigi Cesaro, gli arresti domiciliari emessi nei suoi confronti dall’autorità giudiziaria nell’ambito dell’inchiesta della DDA e del Ros di Napoli su un presunto patto politico-mafioso a Sant’Antimo (Napoli). La misura cautelare è stata notificata a seguito della decadenza da parlamentare. Secondo gli inquirenti esisteva una relazione d’affari tra la famiglia Cesaro e il clan Puca.

Pubblicità Federproprietà Napoli

Oltre che il concorso esterno in associazione mafiosa, nell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari notificata oggi all’ex senatore Luigi Cesaro viene contestato anche il reato di corruzione elettorale, aggravato per avere agevolato un’organizzazione camorristica. Quest’ultimo reato sarebbe stato commesso, secondo gli inquirenti, in occasione delle elezioni regionali in Campania del 2015.

Il Parlamento però aveva negato l’autorizzazione a procedere. Cesaro finì sotto inchiesta nel giugno 2020 insieme con il fratello Antimo Cesaro, per il quale venne disposto il carcere mentre furono disposti i domiciliari per Aniello e Raffaele Cesaro, tutti sotto processo davanti al giudice di Napoli Nord. Nel dicembre del 2021 la Giunta per le immunità ha negato (con 12 voti a sfavore e 7 astenuti) l’autorizzazione a procedere per gli arresti domiciliari del senatore Cesaro.

I difensori di Luigi Cesaro

«Confermiamo che il senatore Luigi Cesaro, in coerenza con le scelte adottate da tempo in ordine alla rinuncia alla candidatura e pertanto all’immunità parlamentare, si è recato, da noi accompagnato, presso i Carabinieri per consentire l’immediata notifica e l’esecuzione dell’ordinanza cautelare a suo carico». Lo affermano il professor Alfonso Furgiuele e l’avvocato Michele Sanseverino, difensori di Luigi Cesaro.

Leggi anche:  Qatargate, Belgio «rinuncia» a moglie e figlia di Panzeri. Cozzolino si difende e attacca la stampa
Pubblicità

«Da questo momento – aggiungono i legali – il nostro assistito potrà dedicarsi interamente alla propria vicenda processuale ponendosi completamente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per contribuire all’accertamento della verità e fornire tutti i chiarimenti necessari a dimostrare la propria estraneità ai fatti contestatigli».

Potrebbe interessarti anche:

Pubblicità
Pastificio Setaro

Altri servizi

Allarme baby gang a Napoli: 14enne accerchiato e picchiato da coetanei

Il ragazzo era in scooter e percorreva via Foria Ancora violenza tra minori a Napoli dopo gli episodi degli ultimi giorni. Ieri, in tarda serata...

Napoli, Spalletti: «Avanti un passo alla volta senza distrazioni»

Il tecnico azzurro: «Vantaggio in classifica è stato costruito da ragazzi intelligenti» «Questo Napoli è un ciclista che sa di doversi confrontare con ciclisti altrettanto...

Ultime notizie

ilSud24

ilSud24.it si fonda su lettori come te
che leggono gratuitamente. Seguici sui social

Facebook